home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Corruzione elettorale, processo per i deputati Dina e Mineo e chiesta la condanna per Clemente

I tre parlamentari dell'Ars davanti il gup del Tribunale di Palermo. Al centro dell'inchiesta il candidato alle elezioni comunali nel 2012, anche lui a processo, Giuseppe Bevilacqua che secondo l'accusa avrebbe utilizzato per la sua campagna elettorale per le comunali 2012 anche i generi alimentari del «Banco opere di carità» destinate alle famiglie povere di Palermo, all’insaputa dei volontari, e avrebbe stretto patti elettorali in cambio di favori con Dina e Mineo.

Corruzione elettorale, processo per i deputati Dina e Mineo e chista la condanna per Clemente

Mineo, Dina e Clemente

Il gup Fabrizio Molinari ha rinviato a giudizio per corruzione elettorale Nino Dina, deputato del gruppo misto all’Ars (ai tempi nell’Udc) e l’ex deputato di Grande Sud Franco Mineo. Roberto Clemente, eletto nelle liste del Pid, ha scelto il rito abbreviato e per lui sono stati chiesti 3 anni di reclusione. Il processo comincerà il 20 marzo davanti alla quinta sezione del Tribunale di Palermo.
Al centro dell’inchiesta il candidato alle elezioni comunali nel 2012, anche lui a processo, Giuseppe Bevilacqua. L’elezione sfuggì per un pugno di voti e così avrebbe cercato di sfruttare questo «tesoretto» per ottenere favori da altri politici.
Secondo la Procura, Bevilacqua avrebbe utilizzato per la sua campagna elettorale per le comunali 2012 anche i generi alimentari del «Banco opere di carità» destinate alle famiglie povere di Palermo, all’insaputa dei volontari, e avrebbe stretto patti elettorali in camio di favori con Dina e Mineo. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa