home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ucciso da un cinghiale, ora i parenti chiedono risarcimento alla Regione

Salvatore Rinaudo, 77 anni, fu aggredito un anno e mezzo fa a Cefalù. Chiesti danni per quasi un milione di euro

Ucciso da un cinghiale, ora i parenti chiedono risarcimento alla Regione

La famiglia di Salvatoee Rinaudo, l'uomo di 77 anni, aggredito e ucciso da un cinghiale nelle campagne di Cefalù un anno e mezzo fa ha citato per danni la Regione nella persona del presidente Rosario Crocetta chiednendo un risarcimento di oltre 900 mila euro.
Nell’atto di citazione i legali della famiglia Rinaudo - Giuseppe Muffoletto, Maurizio Di Chiara e Sonia Lecca - hanno sostenuto che la responsabilità di avere consentito l’eccessiva proliferazione dei cinghiali nelle Madonie e anzi di averli introdotti senza adottare misure appropriate per tenerli sotto controllo è della Regione, attraverso l’azienda forestale. 
Del caso si occuperà il tribunale civile di Palermo: la prima udienza è stata fissata per il giorno 8 maggio 2017.  Salvatore Rinaudo venne assalito da un cinghiale davanti alla sua casa in contrada Rapputi il 7 agosto 2015. La moglie Rosa, che aveva cercato di aiutarlo, era stata ferita. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa