home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Padre uccide il figlio e confessa: "Ecco perché l'ho fatto"

Alimena, Antonino Alù non sopportava le continue violenze fisiche di Giuseppe nei confronti della figlie. E lo ha strangolato

Padre uccide il figlio e confessa: "Ecco perché l'ho fatto"

Antonino Alù, 61 anni, (nella foto) dopo un lungo interrogatorio condotto dagli investigatori ha ammesso di avere strangolato il figlio al termine di una lite furiosa. L’uomo, autista dello scuolabus, non tollerava più i modi di Giuseppe, 41 anni che aggrediva le sue nipoti e rendeva a tutti la vita impossibile con continue richieste di denaro.

Giuseppe Alù era infatti agli arresti domiciliari e la mattina era in affido ai servizi assistenziali. Era finito nei guai per spaccio di droga. Il padre Antonino ha raccontato al termine di una lunga giornata che il figlio era un violento. Ieri l’ennesima lite che è culminata con la morte di Giuseppe. Il padre è stato portato in carcere ai Cavallacci. Dovrà rispondere di omicidio volontario. La caserma dei carabinieri si trova a cinque minuti da via Trapani, la casa dove vive Antonino Alù. Arrivati immediatamente i militari hanno trovato il padre ancora vicino al figlio che teneva la corda attorno al collo. Antonino Alù per ore è rimasto in silenzio in caserma. Poi ha raccontato tutto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa