home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Quando la toppa è peggiore del buco: l'assessore Miccichè di nuovo nella bufera

L'esponente del Governo Crocetta si è recato a casa dei due fratelli disabili palermitani che aveva lasciato in attesa per otto ore e dopo avere chiesto timidamente scusa ha anche chiesto un "aiuto" per uscire dalla bufera mediatica creata dai servizi delle Iene. L'M5S: "Miccichè si dimetta oggi stesso"

Bufera sull'assessore alla Famiglia Gianluca Micciché, il Pd e il M5S: "Si dimetta"

Quando la toppa è peggiore del buco. Nuovo round delle Iene che stavolta hanno mandato in onda un altro servizio in cui l’assessore regionale Gianluca Micciché si è recato a casa dei due fratelli disabili palermitani per chiedere loro timidamente scusa e, soprattutto, per chiedere una mano a “salvarlo” dalla bufera scaturita dal suo rifiuto di incontrarli in assessorato.

“Ci aspettiamo – ha scritto in una nota il gruppo parlamentare del m5s - che dopo l’ennesima magrissima figura su scala nazionale Miccichè abbia un rigurgito d’orgoglio e faccia la prima cosa degna di nota del suo mandato: tolga il disturbo. E ci aspettiamo che lo faccia in giornata. L’assessore specializzato nel far attendere, questa volta vada controcorrente: non faccia attendere un minuto di più, scriva subito le dimissioni. I siciliani glene saranno riconoscenti”.

“Ancora una volta – ha detto il deputato Giancarlo Cancelleri - per causa sua mi sono vergognato di essere siciliano. Altro che chiedere scusa, Micchichè si è mosso solo per cercare di difendere la sua vacillante poltrona, travolta, giustamente da una valanga di polemiche dopo il vergognoso comportamento nei confronti dei due fratelli. Se veramente avesse voluto chiedere scusa lo avrebbe fatto all’indomani della loro visita in assessorato e non solo quando è scoppiato il putiferio”.

E Cancelleri e il M5S hanno anche chiesto l’intervento di Crocetta e dei Centristi per la Sicilia sulla vicenda: “Il presidente della Regione e il partito di Miccichè pressino per le dimissioni. Se queste non dovessero arrivare, sia il governatore ad intervenire, ritirando le deleghe all’assessore. Non si giri, come suo costume, dall’altra parte, come fa da mesi per la vicenda Monterosso”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa