home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

E l'Università di Palermo dice no alla conferenza dei "pastafariani": "No alla propaganda confessionale"

Il caso scoppiato nell'ambito del Darwin Day organizzato dall'Uaar palermitano:"E allora perché al'arcivescovo di Palermo è stato permesso di dire messa nell'aula magna del Politecnico?"

E l'Università di Palermo dice no alla conferenza dei "pastafariani": "No alla propaganda confessionale"

Alla fine l’Università di Palermo ha detto no all’iniziativa "Rivelazioni 2 - La vendetta", ritenendola “propaganda confessionale” e che avrebbe dovuto svolgersi nell’ambito del Darwin day organizzato dal Circolo Uaar, Unione degli Atei e degli Agnostici Raziinalisti, di Palermo. Ma in compenso ci saranno altre iniziative previste per domani dalle 9 alle 13 con l’apertura straordinaria e completamente gratuita del Museo Gaetano Giorgio Gemmellaro, che contiene reperti geologici e paleontologici, con laboratori per bambini e momenti di divulgazione e confronto scientifico.

La manifestazione ha come titolo Ricreaizoni - Darwin Family DAY ed è patrocinata dal Comune di Palermo. Il programma prevede interventi divulgativi dei professori Michele Ernandes, Renato Lombardo e Francesco Parello seguiti dalla tavola rotonda "Homo Sapiens: etica e politica delle tecnologie che evolveranno (?) l’Umanità" con esperti di biotecnologie e informatica; in parallelo è previsto anche il Darwin Day Kids!, con la visita al museo e laboratori scientifico-ludici per bambini, completamente gratuiti (ma è meglio prenotare allo 091.23.864.665 o su https://www.facebook.com/museo.gemmellaro/ .

Ma come detto è stata cancellata "Rivelazioni 2 - La vendetta", la performance pastafariana che avrebbe concluso la mattinata. Secondo l’università che ha chiesto di annullarla si tratta di "propaganda confessionale". «Ci siamo rimasti male, ma non malissimo» ha detto Giampiero Agueci, guida spirituale dei Pirati Pastafariani Palermitani. «Siamo una religione tollerante e pacifica - ha proseguito - Non insceneremo proteste clamorose, non ci metteremo di traverso.». «Gli amici Pastafariani - ha detto Giorgio Maone del Circolo UAAR di Palermo - sono esponenti di un movimento religioso, ma si sarebbero astenuti da atti di culto: avrebbero invece esposto le loro teorie in presenza del contraddittorio di un’associazione razionalista e di ospiti dall’indubitabile spessore scientifico. Detto ciò accogliamo con gioia questa svolta in senso laico dell’Ateneo, sperando che essa inauguri una nuova stagione per tutti gli spazi dell’Università di Palermo dove, solo qualche mese fa, in occasione dell’inizio dell’Anno Accademico 2016/2017, l’arcivescovo Corrado Lorefice ha celebrato messa nell’Aula Magna della Scuola Politecnica. In ogni caso domenica sarà una festa per tutti gli amanti della Scienza, indipendentemente dalle loro convinzioni filosofiche o religiose».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa