home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palazzo dei Normanni inaccessibile ai disabili, imbarazzo all'Ars

La riunione per discutere dell'assistenza ai portatori di handicap era stata programmata nella Sala Rossa, ma gli scivoli non sono adeguati a reggere il peso delle carrozzelle

Palazzo dei Normanni inaccessibile ai disabili, imbarazzo all'Ars

Si rivela inaccessibile ai disabili in carrozzella Palazzo dei Normanni, sede del Parlamento siciliano. Gli scivoli mobili installati nelle scale del piano parlamentare per consentire ad alcuni disabili gravissimi di partecipare alla riunione della commissione Sanità convocata proprio per affrontare il tema della disabilità non sono adatti per reggere il peso delle carrozzelle più strutturate.

E così la riunione prevista nella sala rossa, al secondo piano, è stata spostata in una sala al piano terra tra l'imbarazzo degli assistenti parlamentari e la rabbia dei familiari che accompagnano i disabili.

«Avevamo informato gli uffici dell’Assemblea una decina di giorni fa sulla necessità di avere degli scivoli per le carrozzelle strutturate, quando siamo arrivati a Palazzo e abbiamo visto quelli sistemati siamo rimasti di stucco», dicono alcuni familiari dei disabili.

E nel frattempo i disabili gravissimi in carrozzella fanno su e giù con l’ascensore a Palazzo dei Normanni mentre il personale dell’Assemblea siciliana sta sistemando una sala improvvisata negli uffici del gruppo parlamentare di Sicilia democratica, al piano basso, perché gli scivoli sistemati nelle scale non erano adatti a reggere il peso delle carrozzelle. A Palazzo intanto è arrivato anche il governatore della Sicilia Rosario Crocetta che parteciperà alla riunione organizzata dalla commissione Sanità dell’Ars.

«Questa è la seconda e ultima volta che varchiamo la soglia di questi Palazzi. Non vi entreremo più perché ogni volta, lo confessiamo, proviamo un certo disagio nel calpestare (si fa per dire) questi sfarzosi ambienti, espressione simbolo di una Sicilia nobile e ricchissima che non dovrebbe avere problemi a trovare i soldi per i suoi figli più sfigati dalle avversità di una vita che continuano ad amare, insieme alle loro famiglie e ai loro caregiver, come è giusto che sia». Così i fratelli tetraplegici Gianluca e Alessio Pellegrino concludono la lettera indirizzata ai politici e letta in apertura della seduta della commissione Sanità dell’Assemblea.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO