home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Intestazione fittizia, assolti Liga e presunto prestanome

Secondo l'accusa Pietro Liga avrebbe intestato a Isidoro Scianna una ditta edile di Bagheria per salvarla dalla mannaia del sequestro

Intestazione fittizia, assolti Liga e presunto prestanome

PALERMO - La corte d’appello di Palermo ha assolto Pietro Liga e Isidoro Scianna, accusati di intestazione fittizia con l’aggravante mafiosa.

Secondo l’accusa, respinta dal collegio della prima sezione della Corte d’appello di Palermo, Liga avrebbe intestato al prestanome Scianna una ditta edile di Bagheria per salvarla dalla mannaia del sequestro. Il legale di Liga, Jimmy D’Azzò, ha ribadito - come aveva già fatto in primo grado - che Liga era un dipendente di Scianna, assistito dall’avvocato Valerio La Barbera. I giudici hanno dato ragione alle difese. In primo grado Liga e Scianna erano stati condannati a due anni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa