home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Processo Trattativa, Mancino rinuncia alla deposizione di Mattarella

L'ex ministro è imputato di falsa testimonianza e i suoi legali lo hanno comunicato alla corte d’assise di Palermo

Processo Trattativa, Mancino rinuncia alla deposizione di Mattarella

Il legale dell’ex ministro Nicola Mancino, l’avvocato Nicoletta Piromalli, ha comunicato alla corte d’assise di Palermo, che celebra il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-Mafia, la rinuncia alla deposizione in aula del Capo dello Stato Sergio Mattarella, inserito nella lista testi della difesa prima della sua elezione a presidente della Repubblica.

Mancino al processo è imputato di falsa testimonianza. Mattarella era stato citato per riferire sull'avvicendamento alla guida del ministero dell’Interno tra Vincenzo Scotti e Nicola Mancino, nel luglio del 1992. Il Capo dello Stato allora era vice segretario della Democrazia Cristiana.

Per la difesa di Mancino - e questo aspetto avrebbe dovuto confermare Mattarella - la sostituzione di Scotti fu determinata da motivi politici. Diversa l’ipotesi dell’accusa che vuole Mancino al Viminale perché ritenuto più accomodante di Scotti nei confronti dei clan mafiosi. I legali di Mancino hanno rinunciato alla testimonianza per «economia processuale» e perché, avendo già deposto altri politici sul punto, la prova era diventata «superflua».
La revoca è stata comunicata con una nota alla corte d’assise che ora dovrà valutarla.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO