home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, "vendeva" informazioni riservate, arrestato impiegato del Tribunale di sorveglianza

I carabinieri hanno posto ai domiciliari Claudio Gangi. L'inchiesta partita un anno e mezzo fa

Palermo, "vendeva" informazioni riservate, arrestato impiegato del Tribunale di sorveglianza

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno arrestato e posto ai domiciliari, su ordine del gip del Tribunale di Palermo, Claudio Gangi, 56 anni, impiegato presso il Tribunale di Sorveglianza accusato di induzione indebita a dare o promettere utilità, di accesso accesso abusivo ad un sistema informatico e di millantato credito.

GUARDA IL VIDEO

Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto di Palermo Bernardo Petralia e dal sostituto procuratore Francesca Mazzocco sono state avviate alla fine dell’agosto del 2015 ed avrebbero documentato i rapporti frequenti e confidenziali di Gangi con vari pregiudicati residenti a Palermo e con i relativi familiari, ai quali, in almeno due casi, lo stesso impiegato ha fornito informazioni acquisite del sistema informatico del Tribunale di Sorveglianza dietro il pagamento di somme di denaro.

Le indagini hanno anche accertato che Gangi si sia introdoto nel sistema informatico dell’Anagrafe per carpire almeno un indirizzo anagrafico, di avere millantato credito con un funzionario dell’ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti di Palermo facendosi promettere del denaro dal titolare di un’attività commerciale.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO