home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, brutale aggressione ad un'anziana, arrestato un minorenne

La Squadra Mobile ha fermato un 17enne: sarebbe lui il complice di Domenico Federico già in manette dopo il delitto dello scorso 7 maggio in via Empedocle Restivo

Palermo, anziana brutalmente aggredita in casa, fermato un muratore

Via Empedocle Federico

Nuovo arresto per il caso della brutale aggressione ad una anziana avvenuta lo scorso 7 maggio. La Polizia ha infatti messo le manette su ordine del Tribunale per i Minorenni di Palermo ad un 17enne del Palermitano.

Si tratta di un conoscente di Domenico Federico, il 22enne di Belmonte Mezzagno, già arrestato per il tentato omicidio dell’anziana palermitana, raggiunta, aggredita e ridotta in fin di vita, nel suo appartamento di via Empedocle Restivo. La vicenda è stata ricostruita dalla Squadra Mobile palermitama: la vittima aveva accusato Domenico Federico, operaio impegnato in lavori di ristrutturazione nella casa dell’anziana, di essersi appropriato di un portafogli e di alcuni monili trovati in casa, durante i lavori.

Allo scopo di invocare la sua innocenza, Federico, in compagnia dell’amico 17enne, avrebbe raggiunto la donna nel suo appartamento, il pomeriggio del 7 maggio. Quella che per Federico avrebbe dovuto essere una discussione chiarificatrice, non sarebbe però servita a ridurre la donna a più miti propositi rispetto ad una paventata denuncia.

A quel punto Federico si sarebbe avventato sulla donna, l’avrebbe più volte accoltellata con un paio di forbici trovate in casa ed avrebbe tentato di soffocarla con un foulard indossato dalla vittima ed un cuscino, coadiuvato dall’amico minorenne. Soltanto l’aver simulato di aver perso i sensi, avrebbe salvato la donna da una tragica fine e convinto i malfattori ad allontanarsi. La donna, tramortita e stordita, si sarebbe trascinata da alcuni vicini e, tramite loro, ha dato l’allarme. Il minorenne ha fornito agli inquirenti una versione di quanto accaduto lacunosa e contraddittoria, difforme dal racconto della vittima ed anche da quanto emerso da un’ attenta analisi della scena del crimine. Il giovane risulta recluso presso il locale Istituto Penale Minorile.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO