home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ricostituzione del Partito fascista, indagati anche due palermitani

L'inchiesta della Procura di Mantova sul Movimento dei fasci italiani del lavoro. Effettuate perquisizioni domiciliari da parte dei carabinieri

Ricostituzione del Partito fascista, indagati anche due palermitani

Ci sono anche due palermitani tra i nove indagati della Procura di Mantova nell’inchiesta sul Movimento dei fasci italiani del lavoro. L’accusa, formulata dal procuratore capo Manuela Fasolato, che sta coordinando l’inchiesta, è di violazione della legge Scelba e della dodicesima disposizione finale della Costituzione che vieta la ricostituzione del partito fascista.

Gli indagati palermitano sono Marocco Piraino e Giuseppe Ridulfo. Con loro sono finiti sul registro degli indagati Fiamma Negrini, la 20enne eletta nel consiglio comunale di Sermide, il padre Claudio, di Sermide, tra i fondatori del movimento, Elvira Tornese di Rapallo (Genova), più volte in lista con Negrini, il fratello Nestore, nel frattempo deceduto, Sergio De Biasio e Simone Grazio, entrambi di Verona, Pasqua Lombardo di Bologna. I carabinieri hanno già eseguito otto perquisizioni domiciliari a Verona, Palermo, Bologna e Rapallo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa