WHATSAPP: 349 88 18 870

Regione: Crocetta azzera la giunta

Regione: Crocetta azzera la giunta «Entro sabato il nuovo governo»

E aggiunge: «Verifico impegni assessori e poi ritiro le deleghe»

Regione: Crocetta azzera la giunta «Entro sabato il nuovo governo»

PALERMO - Non c’è più tempo. Entro quarantotto ore la Sicilia avrà un nuovo governo. Parola di Rosario Crocetta. Dopo il vertice di ieri al Nazareno con Lorenzo Guerini e il segretario del Pd siciliano Fausto Raciti, il presidente va avanti spedito: in mattinata ha azzerato la giunta, e già in serata comincerà il giro di consultazioni con i segretari dei partiti che lo sostengono. L’obiettivo? Formare un nuovo esecutivo tutto politico, capace di ‘reggerè e arrivare alla scadenza naturale della legislatura, nel 2017. Almeno.

 


Smentendo le voci circolate in giornata sulla revoca delle deleghe degli assessori in carica, tranne che per Antonio Purpura (Beni Culturali), Baldo Gucciardi (Salute), Giovanni Pistorio (Enti locali) e Mariella Lo Bello (Istruzione e Formazione, vicepresidente), Crocetta ha spiegato di aver «azzerato politicamente la giunta, anche se sul piano tecnico non ha ancora ritirato le deleghe, perché sto verificando gli impegni istituzionali degli assessori per non compromettere l’attività amministrativa», per poi aggiungere «entro sabato, voglio formare il nuovo governo».

 


Il giro di consultazioni comincerà nella prossime ore; già in serata Crocetta ha incontrato Raciti. In casa Pd però il nodo restano i renziani, che premono per andare alle urne in primavera. Per il presidente dell’Assemblea del Pd, Giuseppe Bruno, «gli organi di partito vanno comunque convocati».  «Da giorni sosteniamo - dice Bruno - che serve una riflessione collettiva interna sulle cose da fare. Crocetta e Raciti possono comunque incontrarsi ma gli organi di partito vanno convocati». Domani, intanto, il leader dei renziani in Sicilia Davide Faraone sarà a Catania, insieme al numero due del Pd Lorenzo Guerini per battezzare il movimento “Sicilia Futura”, creato dall’ex ministro Totò Cardinale.

 


Bocche cucite su possibili new-entry o eventuali riconferme in giunta. Trapela già qualche indiscrezione.
L’Udc, che conta due assessori in giunta, quasi certamente riconfermerà l’ex segretario regionale del partito Giovanni Pistorio, che oggi regge l’assessorato alla Funzione pubblica. Per lui, però, si profila un cambio di delega. In bilico, invece, il collega Giovanni Pizzo, che guida l’assessorato alle Infrastrutture. Non pochi lo danno già in uscita. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa