WHATSAPP: 349 88 18 870

Regione, non basta il prestito da 270 milioni:

Regione, non basta il prestito da 270 milioni: per pagare le spese ne servono altri 550

Il “buco” di cassa certificato dall’assessore all’Economia, Baccei

Il “buco” di cassa certificato dall’assessore all’Economia, Baccei
Regione, non basta il prestito da 270 milioni: per pagare le spese ne servono altri 550
PALERMO - Non basteranno i 270 milioni di prestito in arrivo dal cassiere Unicredit, la Regione per potere pagare tutte le spese obbligatorie da qui a fine anno dovrebbe trovare altri 550 milioni di euro. Un “buco” di cassa certificato dall’assessore all’Economia, Alessandro Baccei, nella relazione consegnata alla Presidenza e che ha indotto la giunta a deliberare per la richiesta di un’anticipazione al tesoriere Unicredit, per un importo di 270,573 milioni di euro.     La Regione avrebbe voluto chiedere di più, ma si è dovuta fermare a questa cifra, il massimo rispetto a quanto poteva richiedere sulla base della convenzione firmata col tesoriere: l’amministrazione regionale, infatti, “può contrarre anticipazioni con il proprio cassiere unicamente allo scopo di fronteggiare temporanee deficienze di cassa per un importo non eccedente il 3% dell’ammontare delle entrate tributarie riscosse e versate nell’esercizio precedente”, si legge nella relazione di Baccei al governo. E quest’ultima voce, in base al rendiconto generale della Regione per il 2014, è risultata pari a poco più di 9 miliardi, pertanto il limite del 3% ha portato alla cifra di 270.573 milioni di euro.     Baccei rivela che in cassa, al 31 ottobre di quest’anno, la Regione ha 928.549.697,66 euro e “non è in grado di fronteggiare le richieste di pagamento provenienti dai vari rami dell’amministrazione regionale per spese obbligatorie: stipendi, pensioni, emolumenti in genere, spese per gli organi istituzionali e per ordinanze urgenti e indifferibili, spese derivanti da provvedimenti dell’autorità giudiziaria e quelle prevista da disposizioni di legge. E in più, le spese comunitarie.     In totale, alla Regione, certifica Baccei, servono 1 miliardo e 750 milioni di euro. Tra soldi in cassa e esigenze di spesa, la differenza è di ben 821,45 milioni di euro. Cifra che, tolti i 270 mln di anticipo in arrivo da Unicredit, “si abbassa” a 550,877 milioni di euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP