WHATSAPP: 349 88 18 870

Emendamento stabilità precariStato lo boccia: «E’ inammissibile»

Emendamento stabilità precari Stato lo boccia: «E’ inammissibile»

Ad annunciare l’emendamento era stato il sottosegretario Davide Faraone che aveva parlato del via libera del governo Renzi a «una norma speciale, solo per la Sicilia»

Emendamento stabilità precari Stato lo boccia: «E’ inammissibile»

È stato dichiarato inammissibile l’emendamento alla legge di stabilità che prevedeva la stabilizzazione dei 22 mila precari degli enti locali siciliani, con la creazione di un’Agenzia unica partecipata da Regione, Comuni e Stato. Ad annunciare l’emendamento era stato il sottosegretario Davide Faraone che aveva parlato del via libera del governo Renzi a «una norma speciale, solo per la Sicilia» che avrebbe garantito «finalmente la stabilizzazione di tutti i precari storici dell’Isola». «L’emendamento è stato definitivamente dichiarato inammissibile», dice il deputato del Pd Giuseppe Berretta, componente della commissione Lavoro alla Camera.

 

«Vorremmo conoscere la ragione vera per cui è stato dichiarato inammissibile dalla Commissione Lavoro della Camera l'emendamento sui precari siciliani, considerato che, in un modo pilatesco tipico di questo governo, non  prevedeva nessun costo aggiuntivo per lo Stato».
Lo dice il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro a proposito della dichiarazione di inammissibilità alla legge di stabilità dell'emendamento sui precari. Pagliaro precisa che «la Cgil non ha mai pensato che quell'emendamento fosse risolutivo del problema del precariato siciliano. A esso hanno del resto fatto sfondo - rileva - le note dichiarazioni del sottosegretario Davide Faraone che, da responsabile del welfare del Pd , ha detto che bisognava fermare le finte o impossibili stabilizzazioni e che si doveva aprire il mercato dei servizi pubblici ai privati incentivando il trasferimento dei precari nelle aziende». 

 

Pagliaro sottolinea che «non si poteva certo pensare che a fare la differenza sarebbe stata un'Agenzia del Lavoro in più che così che com'è immaginata sarebbe solo l'ennesimo carrozzone foriero di prebende e costi impropri della politica. Il fatto concreto, oggi - dice il segretario della Cgil Sicilia- è che dopo oltre un quarto di secolo, siamo di fronte a lavoratrici e lavoratori in molti casi indispensabili per gli Enti Locali e per la Pubblica Amministrazione ai quali occorre dare risposta immediata».
 

Intanto Faraone: «Nessuna bocciatura. Il progetto dell'Agenzia del Lavoro va avanti, parallelamente all'operazione di risanamento dei conti della Regione Sicilia. Nonostante i gufi siciliani, che si sono scatenati con le loro critiche all'indomani della proposta, noi procediamo con impegno e convinzione. «Il governo nazionale e quello regionale stanno già lavorando - aggiunge -, nell'ambito di questa Legge di Stabilità, per trovare una soluzione che risani in maniera strutturale il disavanzo di bilancio della regione. Dai tempi di realizzazione di questa operazione dipende la nascita dell'Agenzia».
 

«Dopo la riscrittura dell'emendamento - continua Faraone - stiamo valutando, insieme al Mef, l'impatto finanziario pluriennale che l'Agenzia unica partecipata da Regione, Comuni e Stato inevitabilmente comporterà. Per questo è necessario che la copertura del disavanzo del bilancio della nostra regione diventi strutturale, e non concesso una tantum. Una copertura che dovrà avvenire seguendo un duplice meccanismo: da una parte frutto delle maggiori entrate derivanti dell'intesa con il governo nazionale, dall'altra risultato dell'attività di contenimento della spesa operata del governo regionale attraverso l'attuazione delle riforme necessarie».
 

«E quindi, oltre alla proroga dei contratti, continuiamo a lavorare alla creazione di un'Agenzia, grazie alla quale, finalmente, si potrà procedere - conclude - a una razionalizzazione delle risorse professionali, utilizzando le competenze dei 22.000 precari in maniera funzionale rispetto alle reali esigenze della Sicilia».
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

    

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP