home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Noi Siciliani", Busacchi: « Esclusi per cavillo burocratico. Legge sia uguale per tutti»

Il leader del partito chiede che "la legge applicata dal Tar deve essere valida anche per tutti gli altri"

"Noi Siciliani", Busacchi: « Esclusi per cavillo burocratico. Legge sia uguale per tutti»

PALERMO - «Siamo stati esclusi per un cavillo burocratico. Ma la legge, così pedissequamente applicata dal Tar deve essere valida per tutti. Ecco perché chiederemo che i giudici trattino le altre liste provinciali e regionali con la stessa severità». Così Franco Busalacchi commenta la conferma, da parte del Tar, della ricusazione della lista Noi Siciliani con Busalacchi - Vox Popoli - Sicilia Libera e Sovrana per la mancata apposizione di timbri comunali di congiunzione tra l'elenco dei candidati del listino regionale e le relative firme di sottoscrizione e sostegno alla lista. «Se la nostra lista non è regolare, - aggiunge - non lo sono neanche le altre, ecco perché le elezioni vanno sospese».

"Abbiamo richiesto l’accesso agli atti di tutte le altre liste presentate - commenta Pino Prestigiacomo, coordinatore regionale del movimento - da queste emergono alcune strane incongruenze. Com'è possibile che un candidato alla Presidenza della Regione, Fabrizio Micari, abbia firmato la propria accettazione della candidatura giorno 6 ottobre, a poche ore dalla scadenza della consegna delle liste e in pochissimo tempo, dalla mezzanotte del 6 ottobre alle 16 dello stesso giorno, ben tre consiglieri comunali (uno dei quali, Paolo Caracausi, era pure candidato), abbiano autenticato più di 1300 firme a sostegno della sua lista?».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO