home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Macabra ironia sulle nozze di Micari, è polemica su Figuccia

Il candidato di Musumeci nella bufera per aver augurato al presidente designato del centrosinistra "altri fiori" invece di quelli d'arancio

Macabra ironia sulle nozze di Micari, è polemica su Figuccia

PALERMO - Una nota del deputato regionale Vincenzo Figuccia, ex Fi ora Udc e candidato con la lista Sicilia Vera per Musumeci presidente, in cui si parla delle nozze annunciate dal candidato governatore del Centrosinistra Fabrizio Micari per il 24 ottobre, scatena polemiche in Sicilia e prese di posizione. Figuccia dice: «Non si è mai visto che un candidato alla più alta carica di una regione si occupi pure del suo matrimonio mentre c'è la campagna elettorale. Micari ha fatto la scelta giusta sposandosi. Ha ben capito che almeno una certezza l’avrà. I fiori d’arancio non gli mancheranno. A novembre, però, il centrosinistra già nei primi giorni con la sconfitta elettorale potrà celebrare il de profundis dell’alleanza. In quel caso i fiori saranno altri».

Alla nota risponde il candidato della Sinistra alla presidenza della Regione, Claudio Fava, che dà la solidarietà a Micari e dice: che le parole di Figuccia «sarebbero di pessimo gusto in tutto il mondo, ma in Sicilia sono veramente intollerabili. Mi auguro che Musumeci prenda le distanze anche da questo candidato del suo schieramento».

Figuccia ribatte: «Vedo che Claudio Fava pur di dimostrare che la sua microcandidatura a presidente esiste mi accusa di non so ben che cosa per avere fatto solo una battuta che peraltro non era riferita a Micari ma al centrosinistra con la sconfitta probabile del 5 novembre. Nessun intento macabro».

Interviene anche il deputato Pd Giovanni Burtone che bolla Figuccia come «un altro impresentabile» e dice: «L'imbarbarimento della politica ha superato il livello di guardia. Auspichiamo non solo le scuse del protagonista di questa macabra affermazione ma anche la presa di distanza del vertici nazionali di un partito che si richiama ai valori cattolici».

Per Carmelo Miceli, segretario provinciale del Pd di Palermo le frasi del candidato Udc «sono di una violenza morale intollerabile», mentre Alice Anselmo capogruppo Pd all’Ars afferma: «Dal candidato di una lista che sostiene Musumeci arrivano parole volgari e inaccettabili. Sono nauseata da certe affermazioni: esprimo la mia piena solidarietà a Fabrizio Micari e mi aspetto una ferma presa di distanza da parte di Musumeci, mi auguro che certe bassezze non rientrino nel suo stile».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Gianluca

    19 Ottobre 2017 - 08:08

    ....come direbbe Emilio Fede: "che Figu(ra)ccia di m....!

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO