WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, spese del sindacoGrillini all'attacco di Bianco

Catania, spese del sindaco grillini all'attacco di Bianco

L'M5S contesta alcune spese per diversi viaggi del primo cittadino che però spiega: "Pronti a dare ogni spiegazione richiesta, ma le mie spese sono tutte giustificate e soprattutto contenute e di rado a carico del Comune"

Catania, spese del sindaco grillini all'attacco di Bianco

E’ polemica fra il Movimento 5 Stelle e l’Amministrazione comunale sulle spese del sindaco Enzo Bianco. «Sono ancora top secret - è scritto in una nota di M5S -. Eppure sono già trascorsi più di 30 giorni dalla richiesta di accesso agli atti del Meetup Catania5stelle di piazza Guardia e inoltrata dalla sen. Nunzia Catalfo e dalla deputata Gianina Ciancio, ma nulla è dato sapere sui dettagli delle spese: sul sito del Comune, poco trasparente, mancano molti documenti a corredo delle uscite sostenute dal sindaco, dal suo insediamento ad oggi. Scontrini, giustificativi, allegati e fatture sono ancora custoditi nei cassetti di Palazzo degli Elefanti. Parte, così, una diffida ufficiale dall’Ars, sottoscritta da Ciancio e Catalfo: se Bianco non fornirà i documenti richiesti entro i 5 giorni previsti per legge, il M5S «sarà, suo malgrado, costretto ad adire le vie legali per il reato di cui all’art. 328 Codice penale, rifiuto di atti d’ufficio e omissione. Continueremo la nostra azione “Fiato sul collo” - concludono - affinché sia le spese anticipate al sindaco, sia quelle relative al bilancio comunale siano trasparenti e a disposizione di tutti».

 

Poi è arrivata replica dell’Amministrazione comunale. «Alla vigilia delle festività natalizie, il 22 dicembre alle 14.54 - è scritto in una nota - è arrivata alla segreteria del sindaco una richiesta via email di accesso agli atti relativo a spese istituzionali del primo cittadino. In tale richiesta si fa riferimento ad una precedente nota del 29 ottobre mai ricevuta dai nostri uffici, a firma della senatrice Catalfo e dell’onorevole Grillo del Movimento 5 Stelle, indirizzata al sindaco. In tale nota però non risulta nè la data nè il protocollo. Nonostante l’evidente disguido nell’invio della prima richiesta i nostri uffici hanno subito iniziato a lavorare sulla seconda nota già il 23 dicembre, per assemblare i documenti richiesti e inviarli per i primi giorni della settimana prossima. La battaglia sulla trasparenza che il M5S persegue è giusta e condivisibile. Rendere note le spese istituzionali del sindaco è infatti un dovere e un’informazione utile ai cittadini, tanto da essere pienamente visibili sul sito istituzionale del comune, nel quale vengono inseriti 30mila provvedimenti ogni anno ed ha sempre superato i controlli dell’Anac.

«I dettagli delle spese richieste saranno dunque resi noti già lunedì, con rapidità come sempre fatto. Ma parlando di spese, piuttosto che supporre con malizia e a volte con pregiudizi, basterebbe solo dire che il sindaco non ha mai neanche voluto la carta di credito del Comune e non ha mai speso i soldi pubblici per un pranzo durante i viaggi istituzionali. A fronte di un centinaio di missioni non ha mai avuto il pernottamento a parte in quattro occasioni (una nel 2013, due nel 2014 e una nel 2015, per una spesa di 86, 150, 150 e 90 euro). Molte missioni peraltro sono relative al ruolo di presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, e a Bruxelles, di capo della Delegazione italiana al Comitato delle Regioni dell’Ue e quindi molte trasferte sono a carico dell’Associazione dei Comuni e del Cdr europeo. In molte altre occasioni il sindaco ha provveduto personalmente, anche per il biglietto aereo, come per l’ultima trasferta a Londra dove, rappresentando la città, ha partecipato a due importati dibattiti sui migranti a Westminster e alla Camera dei Comuni pagando personalmente albergo, viaggio aereo e vitto. Per le spese dei viaggi istituzionali a Roma per difendere gli interessi della città, vengono utilizzati carnet per i biglietti aerei che consentono di risparmiare molto: 111 euro a tratta a fronte del prezzo pieno. Queste sono le spese del Sindaco e soprattutto i risparmi che l’amministrazione comunale ha fortemente voluto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa