WHATSAPP: 349 88 18 870

Così la Presidenza Arsha distribuito 700 mila euro

Così la Presidenza Ars ha distribuito 700 mila euro

Pubblicati nel sito dell’Ars, nel rispetto della norma sulla trasparenza, gli elenchi dei beneficiari dei contributi

Così la Presidenza Ars ha distribuito 700 mila euro

Sagre di ciliegie, carciofi, lavorazione del pane ma anche convegni di natura religiosa e sportiva, manifestazioni di cavalli e fondi erogati per il recupero di chiese: c’è un po’ di tutto negli elenchi dei contributi concessi nell’arco del 2015 dalla Presidenza dell’Ars e da alcuni componenti dell’ufficio di presidenza e presidenti di commissioni parlamentari, in base alle normative vigenti. Gli elenchi sono stati pubblicati nel sito dell’Ars, nel rispetto della norma sulla trasparenza. La spesa ammonta a 695 mila euro: si tratta di contributi concessi per iniziative culturali, quelli elargiti dal presidente dell’Ars Giovani Ardizzone, e di soldi erogati anche sotto forma di beneficenza dai membri del Consiglio di presidenza e da parte di alcune commissioni. Ardizzone ha erogato contributi a 257 “soggetti”: parrocchie, confraternite, associazioni, università, comuni, gruppi di volontariato, circoli. Il totale è di 632.196,18 euro, di cui 381.696,18 già pagati dall’amministrazione di Palazzo dei Normanni e di 250.500 euro ancora da versare, sulla base di quanto pubblicato a far data dal 12 gennaio di quest’anno. Una cinquantina, invece, i contributi decaduti. Sono 35 invece i “soggetti” beneficiari dei contributi elargiti da alcuni componenti dell’Ufficio di Presidenza dell’Ars e da alcuni presidenti di commissioni parlamentari. Il vice presidente Giuseppe Lupo ha erogato 6.500 euro a tre associazioni; il questore Franco Rinaldi 9 mila euro a 5 associazioni della provincia di Messina; quasi 8 mila per l’altro questore Paolo Ruggirello in favore di iniziative religiose; 4mila euro il contributo del questore Nino Oddo alla Uisp sport tutti di Trapani; Anthony Barbagallo (ora assessore) ha erogato 6 mila euro circa all’associazione ‘Catania attivà in favore del comune di Scordia e per le spese di ristrutturazione della parrocchia di Santa Maria di Licodia (Ct); Salvatore Lo Giudice ha dato 2.500 euro all’associazione movimento per la vita onlus per un pranzo di solidarietà; quasi 8 mila euro i contributi di Orazio Ragusa a quattro associazioni della provincia di Ragusa; Dino Fiorenza ha erogato 2.500 euro, 1.500 dei quai all’Amatori rugby Catania, un tempo tra i beneficiari dei fondi dell’ex tabella H; 3 mila euro il contributo del presidente della commissione Sanità Pippo Digiacomo per la scuola statale Pirandello di Comiso, per il centro studi Feliciano Rossitto e per l’istituto Bufalino di Pedalino (Rg); il presidente della commissione Lavoro ha concesso 2mila euro all’associazione Le Muse, l’ex presidente delle Attività produttive Bruno Marziano (ora assessore) mille euro all’associazione di produzione cinematografica Frameoff per una manifestazione a Noto (Sr), mille euro dall’ex presidente della commissione Ue Francesco Cascio al circolo Vernagallo auto e moto d’epoca. Ammontano a circa 8 mila euro i contributi erogati dal presidente dell’Antimafia, Nello Musumeci: stesura di una raccolta sistematica delle leggi regionali in materia di legalità e di lotta alla mafia; saldo per lo studio sul fenomeno mafioso in provincia di Catania al tempo del prefetto Mori; manifestazione «educare alla legalità ad Aspra» (Pa), acquisto di testi a materia pertinenti all’attività istituzionale della commissione Antimafia nella libreria «Broadway» di Palermo e alla Cavallotto librerie di Catania.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa