home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Nello Musumeci ha firmato il primo decreto: 113 milioni ai Comuni

Il neo presidente della Regione ha dato il via all'approvazione del Piano di riparto del Fondo per gli investimenti per gli enti locali per l’anno 2017

Nello Musumeci ha firmato il primo decreto: 113 milioni ai Comuni

Nello Musumeci

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato il suo primo decreto, che prevede l'approvazione del Piano di riparto del Fondo per gli investimenti dei Comuni per l’anno 2017. Il provvedimento dispone l’erogazione di 113 milioni di euro agli Enti locali e sarà pubblicato nella prossima edizione della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

«Al momento del mio insediamento - sottolinea Musumeci - ho assicurato che i Comuni sarebbero stati una priorità per l'amministrazione regionale. Mi fa piacere che il primo decreto riguardi gli Enti locali ma, dopo la formazione della Giunta, dovremo necessariamente avviare nuovi e più corposi interventi. Ai sindaci dell’Isola - conclude Musumeci - va il mio personale e rinnovato sentimento di gratitudine per essere i primi nella trincea del confronto con i cittadini».

Per quanto riguarda, il decreto, sono fondi provenienti dal Dipartimento della programmazione deliberati e ripartiti dalla Conferenza delle Autonomie locali che si era svolta a ottobre scorso. Si era in una prima fase stabilita la griglia dei criteri. Adesso sono arrivate le risorse con la relativa copertura.

La prima distinzione che viene fatta nel decreto riguarda i Comuni con popolazione al di sotto dei 5mila abitanti per i quali complessivamente viene prevista una cifra di 15.326.180,51 euro e quelli con popolazione al di sopra dei 5mila a cui vanno 97.673.819,49 euro.

A Catania vanno 7.289.279 euro, 1.125.550 ad Acireale, 780mila a Paternò, 675mila a Caltagirone, per citare gli enti con i maggiori importi ripartiti. A Palermo assegnati 9 milioni di euro, 614mila euro a Termini Imerese, e 502mila euro a Monreale e 498mila euro a Cefalù.

Nel Messinese, oltre ai 3.434.000 euro assegnati al capoluogo peloritano, 796.804 euro vanno a Lipari, , 720 mila a Barcellona Pozzo di Gotto, 535.074 a Giardini Naxos.

Agrigento riceverà 1.276.195 euro, 680mila euro a Sciacca e 600mila euro a testa per Favara e Licata. Trasferimenti importanti in arrivo anche a Ragusa (1.309.702,87 euro), mentre gli altri centri della provincia iblea con più risorse sono Vittoria (1.189.289 euro) e Modica (1.117.731). Per Comiso previsti 620.661 euro. A Marsala entreranno nelle casse 1.270.179,39 euro. Poco meno di un milione per la città di Trapani (917.845 euro), 837.771 euro per Pantelleria e 783mila per Mazara del Vallo.

Nella zona aretusea, a Siracusa 1.922.943 euro, 615.659 a Noto e 586mila a Pachino. A Enna 738mila euro, 532mila a Piazza Armerina. Nel Nisseno le cifre più consistenti sono state assegnate a Gela (1.137.711 euro) e Caltanissetta (1.136.331 euro).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO