home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ars, De Luca lascia l'Udc: «Non condivido logica dei "pupari"»

Il deputato arrestato all’indomani della sua elezione e poi rilasciato, ha lasciato il gruppo del suo partito ed è passato al misto

De Luca: «Sentenza Tributaria dice che non ho evaso»

Cateno De Luca

PALERMO - Cateno De Luca, deputato regionale eletto nell’Udc, arrestato all’indomani della sua elezione e poi rilasciato, ha lasciato il gruppo del suo partito ed è passato al misto. «Una scelta non collegata alla suddivisioni di ruoli all’Ars, anche perché il mio obiettivo è candidarmi a sindaco di Messina», spiega.

«La scelta - aggiunge - nasce da un problema di metodo: il nostro movimento, Sicilia Vera, ha contribuito in modo determinante al raggiungimento del risultato elettorale dell’Udc, ma all’interno del gruppo è mancata una preventiva chiarificazione su quelle che dovevano essere le posizioni interne e i criteri di scelta. Quindi questa mattina ho fatto la mia comunicazione dopo aver aspettato in più occasioni che si discutesse sul metodo e le conseguente indicazioni. Non condivido la logica dei pupi e dei pupari. Senza legami con i partiti sarà più semplice fare la campagna elettorale per sindaco di Messina. Oggi in aula ho votato comunque il collega del gruppo Udc Bulla per il ruolo di questore e ora comincio a preparare la mia bozza di finanziaria».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO