WHATSAPP: 349 88 18 870

Festa dell'Unità: la questura nega l'esistenza di una "zona rossa" a Villa Bellini

"Chiunque può entrare alla Villa Bellini, se rispetta i controlli previsti per manifestazioni del genere, tenuto conto del periodo storico in Europa". Lo sottolineano dalla Questura di Catania spiegando che gli stessi standard di sicurezza sono attivati per tutte le diverse iniziative che sono in corso nel capoluogo etneo

Festa dell'Unità: la questura nega l'esistenza di una "zona rossa" a Villa Bellini

A Catania non esiste alcuna zona rossa, non c'è alcun divieto di accesso né ci sono perimetri interdetti, chiunque può entrare alla Villa Bellini, se rispetta i controlli previsti per manifestazioni del genere, tenuto conto del periodo storico in Europa. Lo sottolineano dalla Questura di Catania spiegando che gli stessi standard di sicurezza sono attivati per tutte le diverse iniziative che sono in corso nel capoluogo etneo.

Sul volantinaggio annunciato dall’Anpi per domenica prossima davanti la Villa Bellini, in concomitanza con l’intervento del premio Matteo Renzi, dalla Questura si ricorda che per questo tipo di iniziativa non è prevista la richiesta di alcuna autorizzazione, e quindi è di per sé legittima.

LA NOTA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE. Il sindaco Enzo Bianco, «del quale è nota la disponibilità, non ha negato alcunché ad alcun comitato, movimento o partito politico, perché ciò non è né nel suo costume, né nei suoi poteri». Lo afferma una nota dell’amministrazione comunale sulla protesta annunciata dall’Anpi.  «Peraltro, sulle richieste di spazi nei pressi dell’ingresso della Villa Bellini nella giornata dell’11 settembre - prosegue la nota - le Autorità di pubblica sicurezza hanno chiesto di attendere l’emissione di un loro provvedimento, atteso per domani».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa