WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Berlusconi, ora No poi riforma condivisa

E deve esserci scelta Presidente Repubblica da parte elettori

Berlusconi, ora No poi riforma condivisa

ROMA, 18 OTT - Diciamo "no" perché dopo il "no" sia possibile approvare, tutti insieme, una riforma vera, diversa, una nuova riforma". Lo dice Silvio Berlusconi al Tg5. Secondo il leader di Fi tale riforma condivisa dovrebbe contenere cinque punti: 1. La scelta da parte degli elettori del Presidente della Repubblica; 2. un vero taglio dei parlamentari, che vanno ridotti di oltre la metà; 3. il vincolo di mandato, per cui un eletto non può cambiare bandiera senza dimettersi; 4. un limite costituzionale alle imposte, alla pressione fiscale che nessun governo può superare; 5. una vera riforma delle Regioni, che oggi sono diventate un'altra grande e costosa burocrazia".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

I controlli antiterrorismo a Catania

 
Catania, sventata rapina a Tir, sei arresti

 
Comiso, ecco il piromane del Comune

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa