home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Lombardo smentisce il riavvicinamento all'Udc: «Non aderisco a partiti nazionali»

Secondo alcune indiscrezioni, il gruppo all'Ars dei centristi satrebbe per rinascere grazie a un "trapianto" di lombardiani

Raffaele Lombardo: «Fango addosso a me. Mi difendo nel processo»

CATANIA - L'ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, smentisce con una e-mail arrivata alla nostra redazione il suo riavvicinamento all'Udc, come pubblicato oggi sul nostro giornale.

«Egregio dottore Miceli - scrive Lombardo - ho letto il suo articolo sull'Udc pubblicato su La Sicilia di oggi. L'on. Roberto Di Mauro,che stimo come pochi altri per lealtà e correttezza,mi ha informato dei suoi colloqui con esponenti di quel partito. Io lasciai l'Udc nella primavera del 2005 quando mosse i primi passi il MPA. Non intendo ritornarvi, come non intendo aderire a nessun partito nazionale, convinto come sono, oggi più che mai, che solo un partito regionale può attuare al meglio l'Autonomia conquistata dalla Sicilia e può consentire che se ne traggano i dovuti benefici per il suo Popolo. E' stato così in Trentino e Val d'Aosta dove operano SVP e UV».

 

«Oggi credo che non basterebbe neppure un partito autonomista, - conclude Lombardo - ma semmai la sua naturale evoluzione. Aggiungo che non sono neppure schierato per il No al referendum del 4 dicembre. Sull'argomento ho poche idee e per giunta confuse. Finirò col decidere domenica mattina».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO