home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sì di Crocetta all'aeroporto indiano nel Messinese: «Se Roma lo blocca, è un atto ostile contro la Sicilia»

Dopo il no dell'Enac al progetto di costruire un hub aeroportuale a Pace del Mela, la Regione scende in campo e sostiene l'iniziativa dell'imprenditore Mahesh Panchavaktra

Sì di Crocetta all'aeroporto indiano nel Messinese: «Se Roma lo blocca, è un atto ostile contro la Sicilia»

PALERMO - «L'aeroporto non sarà concorrenziale a Palermo e Catania, ma un hub internazionale. L'idea è creare un polo internazionale integrato e intermodale di comunicazione aerea, ferroviaria, marittima e viaria. L'operazione prevede 1 miliardo di dollari di investimenti e l'aeroporto può essere realizzato in un anno e mezzo dalla autorizzazione». Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta in conferenza stampa a Palazzo D’Orleans, a Palermo, parlando del progetto per la realizzazione dell’aeroporto a Pace del Mela (Messina), già bocciato dal n.1 dell'Enac, Vito Riggio. All’incontro con i cronisti era presente anche l’imprenditore indiano Mahesh Panchavaktra, interessato alla realizzazione dello scalo nel Messinese.

 

«Di fronte a un miliardo di investimenti privati - ha tuonato Crocetta - mi rifiuto di pensare che a Roma ci sia qualcuno che possa bloccare un’idea del genere. Sarebbe un atto di ostilità e inimicizia nei confronti della Sicilia che noi non accetteremmo».

 

«Non abbiamo rilasciato autorizzazioni ma abbiamo manifestato l’intenzione di sostenere quest’iniziativa - ha aggiunto Crocetta - . Non è un progetto per fare il terzo aeroporto siciliano concorrenziale a quelli di Palermo e Catania, né di fare un aeroporto per le isole minori. Seguo questa questione da quando ero parlamentare europeo».

 

«L'area metropolitana di Messina è penalizzata dal punto di vista delle infrastrutture portuali. Il buon Riggio potrebbe dire che la zona produce poco, ma bisogna leggere il progetto. - aggiunge Crocetta - L’idea è di utilizzare il porto di Milazzo per creare una struttura portuale a Milazzo capace di intercettare navi da 200 tonnellate, che venga messo in comunicazione con le ferrovie».

 

Poi Crocetta ha annunciato: «La prossima settimana avrà una idea di massima del progetto e dopo lo sottoporrò al ministero delle Infrastrutture e lo inserirò nel piano dei trasporti regionali. Insieme ai sindaci di San Pier Niceto, Pace del Mela, Milazzo, Monforte e Messina e al presidente del Parco dei Nebrodi pensiamo di siglare un protocollo di intesa politica che possa agevolare l’avvio del progetto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO