WHATSAPP: 349 88 18 870

Ballottaggi: Mirello sconfitto a Enna

Ballottaggi: Mirello sconfitto a Enna, il M5s conquista Gela e Augusta

Alle 15 la chiusura dei seggi, ma il sito della Regione è andato in tilt: dati on line in ritardo

Grande festa  dei grillini nella città del governatore VIDEO

Ballottaggi: Mirello sconfitto a Enna, il M5s conquista Gela e Augusta

PALERMO - Sono stati chiusi alle 15 i seggi per il voto ai ballottaggio nei 13 comuni in Sicilia con più di 15mila abitanti, per l'elezione dei sindaci. Dopo le votazioni di ieri i seggi sono stati riaperti nuovamente stamane alle 7 per altre otto ore, al termine delle quali è così cominciato lo spoglio delle schede. Da registrare in fatto il sito della Regione siciliana sulle elezioni  http://www.elezioni.regione.sicilia.it  non è stato disponibile per tuta la mattinatata di oggi e i dati relativi ai ballottaggi nei 13 comuni siciliani al voto (l'affluenza) sono stati diffusi con ritardo. Il blocco sarebbe esteso anche ad altri servizi informatici della Regione. Sicilia e-servizi la società regionale che si occupa dell'informatizzazione avrebbe interrotto i servizi per un contenzioso da 100 miioni di euro che riguarda il rapporto economico tra l'amministrazione regionale e l'ex socio privato che gestisce i server della Regione in Val d'Aosta. Anche il sito ufficiale della Regione siciliana non è accessibile. Rimangono on line solo siti di alcuni assessorati.

 

Quindi i dati, a cominciare dall'affluenza finale, non sono stati disponibili on line a causa di questo blocco informatico che via via è stato lentamente ripristinato e che nel primo pomeriggio è stato relativamente risolto, portando comunque a dei ritardi.  Il dato definitivo dell'affluenza in Sicilia si è attestato al 49,9%, 16% in meno rispetto al primo turno. Ad Enna, unico  capoluogo interessato al voto, la percentuale dei votanti è stata del 54,2%, -12,5% rispetto al primo turno.

 

I RISULTATI

 

Enna

Il nuovo sindaco di Enna, unico capoluogo di provincia dove si votava è Maurizio Dipietro (Liste civiche) che con il 51,89% ha sconfitto al ballottaggio l'ex senatore Vladimiro Crisafulli (Pd), fermo
al 48,11%. 

 

Gela

Domenico Messinese, 50 anni, ingegnere, tecnico della Telecom Italia, originario di Favara, candidato per il "Movimento 5 Stelle" è il nuovo sindaco di Gela, la città del governatore della Sicilia,  Rosario Crocetta che appoggiava il candidato sconfitto.  Messinese ha ottenuto il 64,5% dei voti, mentre il suo avversario, Angelo Fasulo, del Pd, si è fermato al 35,5%.    Grandi manifestazioni di giubilo dei grillini che stanno festeggiando in "Piazza Umberto I" con cori, Slogan e bandiere. "Abbiamo raccolto e interpretato bene il desiderio di cambiamento della popolazione gelese", ha detto a caldo il neo sindaco di Gela. "Non ha vinto Domenico Messinese - ha aggiunto - ma l'intera popolazione di Gela. E ora cambieremo questa città". 

 

Augusta

Oltre a Gela, il M5s conquista anche Augusta, comune di oltre 36 mila abitanti in provincia di Siracusa. Il nuovo sindaco è Cettina Di Pietro, che al ballottaggio ha ottenuto il 75,06%, contro il 24,96% di Domenico Paci (liste civiche). 

 

Marsala

Alberto Di Girolamo, 67 anni, ex primario di Cardiologia all'ospedale Sant'Antonio abate di Trapani, è il nuovo sindaco di Marsala, quinta città della Sicilia per numero di abitanti (85 mila circa). Di  Girolamo, Pd, al ballottaggio ha sconfitto l'ex deputato nazionale dell'Udc ed ex assessore regionale Dc Massimo Grillo. A sostegno di quest'ultimo c'era un coalizione centrista con pezzi sia di destra che di sinistra. Questi ultimi erano i "dissidenti" del Pd capeggiati da Luigi Giacalone e dall'ex deputato regionale Antonio Parrinello. Rappresentanti dell'ex centrodestra locale (ex consiglieri comunali di Forza Italia e Ncd) anche nello schieramento che ha portato alla vittoria Alberto Di Girolamo. Su 65 sezioni scrutinate su 80, a Di Girolamo va, al momento, oltre il 68% dei consensi. L'esito della contesa non appare più ribaltabile. Bassa la percentuale dei votanti: circa il 47%.

 

Barcellona Pozzo di Gotto 

Roberto Materia, esponente di Forza Italia, alla guida di sette liste civiche è in netto vantaggio su Maria Teresa Collica, sindaco uscente, sostenuta da tre liste civiche.

 

Milazzo

Giovanni Formica avvocato, 45 anni, del Pd, è il nuovo sindaco di Milazzo. Dopo il distacco dei ben 16 punti di percentuale nella prima chiamata alle urne, anche nel ballottaggio il legale milazzese ha distaccato di oltre 25 punti il sindaco uscente Carmelo Pino (Pd anche lui): ha circa il 63%. 

 

Licata

Ha vinto Angelo Cambiano, appoggiato da tre liste civiche di Centrodestra, il ballottaggio per la carica a sindaco di Licata (Ag). Cambiano ha il 10 per cento in più dei voti rispetto a Pino Galanti, sostenuto da Pd, Nuovo Centrodestra e liste civiche. I candidati a sindaco, inizialmente, erano 7. 

 

Ribera

Ha vinto Carmelo Pace, sindaco uscente di Ribera (Ag), con poco meno del 52 per cento, il ballottaggio per la carica a sindaco con Nené Mangiacavallo che è stato appoggiato da 3 liste civiche. Pace è stato schierato dal Ncd, da Sicilia Democratica e da liste civiche.

 

San Giovanni la Punta

Antonino Bellia (Pd, Udc, Area popolare) è il vincitore del ballottaggio con il 53,64% delle preferenze. Ha sconfitto Santo Trovato, sostenuto da due liste civiche;

 

Bronte

Il nuovo sindaco della città del pistacchio è il candidato di Megafono, Pd e Sicilia democratica, Graziano Calanna che con il 57,4% diventa prima cittadino e sconfigge Salvatore Gulotta, alla guida di tre liste civiche, che si ferma al 42,6. Il sindaco uscente, non candidato, è l'ex senatore Pino Firrarello, uomo forte del Ncd in Sicilia e suocero del sottosegretario all'Agricoltura Giuseppe Castiglione. Il centrodestra appoggiava Salvatore Gullotta.

 

Tremestieri

Santi Rando ha battuto sul filo di lana il rivale Sebastiano Di Stefano: il primo infatti è stata elleto sindaco con il  50,7 % dei voti contro il 49,3 di Di Stefano,

 

Ispica

Pierenzo Muraglie (Pd) è il nuovo sindaco di Ispica (Ragusa). Muraglie ha battuto lo sfidante Paolo Monaca.  Muraglie ha raccolto 4.359 voti (57,7%) rispetto ai 3.198 (42,3%) di Monaca. I sostenitori del nuovo sindaco sono in festa.

 

Carini

È Giovì Monteleone, del Pd, il sindaco di Carini (Palermo): 60% contro il 40% di Gianfranco Lo Piccolo. A Carini hanno votato 10.356 (18.253 al primo turno) elettori su 33.751 aventi diritto. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa