home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Regionali, al via il tour dei Cinque Stelle con tutti i big in campo (compreso Grillo)

Dal 5 agosto il candidato presidente Giancarlo Cancelleri su un'auto elettrica insieme a Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista

Regionali, al via il tour dei Cinque Stelle con tutti i big in campo (compreso Grillo)

Inizia con il battage sui vitalizi, passando per il tour coast to coast della Sicilia la lunga campagna elettorale del Movimento 5 Stelle, un rincorsa lunga mesi per cercare di fa «bingo» prima con la presa dell’isola e poi del governo nazionale.

Dal 5 agosto il candidato governatore pentastellato, Giancarlo Cancelleri, salirà a bordo delle auto 100% elettriche per dare il via ad una full immersion che durerà tutto il mese, tra sagre, piazze e spiagge. Al suo fianco Luigi Di Maio, «ormai di casa qui», e Alessandro Di Battista, «carico come non mai». Ci sarà, pare, anche Beppe Grillo che avrebbe promesso la sua presenza in alcune tappe del tour.

La sfilata dei big pentasellati in Sicilia sarà il preludio alla campagna elettorale vera e propria, quella per il governo, che dovrebbe partire i primi di settembre con la divulgazione delle regole per partecipare alla candidatura per la premiership. A cui dovrà poi fare seguito il decalogo delle nuove parlamentarie. Saranno le occasioni per scoprire la direzione che prenderà il M5s. Il resto lo farà la conferma, o meno, della rigida regola del tetto dei due mandati: uno strumento che potrebbe essere modificato nell’ottica di rendere più flessibile uno scambio di «risorse» tra centro e periferie, per rafforzare la presenza del M5s nei territori con personalità già formate dall’esperienza parlamentare e viceversa.

A fare da apripista potrebbe essere la deputata «ortodossa» Roberta Lombardi che dovrebbe correre nel Lazio per sfidare Zingaretti. Ma un allentamento della regola sui mandati che aprisse alla possibilità di non cumulare il tetto dei due anni tra istituzioni nazionali e territoriali potrebbe servire ad altri a mettersi in gioco.

Un’altra chance per alcuni parlamentari che volessero provare a candidarsi come sindaci o governatori sarebbe quella di giocare d’azzardo e non ripresentarsi alle politiche: in caso di vittoria del M5s potrebbero in teoria trovare una collocazione di governo e «giocarsi» la seconda chance di mandato in una futura tornata elettorale, nazionale o locale. Alessandro Di Battista, ad esempio, non ha mai dato per scontata la sua ricandidatura alle politiche. Lo ha detto pubblicamente per marcare la sua estraneità dal 'palazzò ma non è escluso che su quella che continua ad essere la personalità più amata dal popolo 5 Stelle possano esserci altri progetti. Anche Roberto Fico, sempre più attivo politicamente in Campania, potrebbe essere tentato dalla ricerca di un nuovo ruolo.

Uno spazio, non nell’immediato, potrebbe aprirsi nel caso in cui De Magistris dovesse decidere di candidarsi a sfidare De Luca, interrompendo il mandato di sindaco. «Fantapolitica» reagisce tuttavia Fico interpellato in proposito. Per ora gli occhi sono puntati comunque su di lui: se ci sarà il suo nome nella sfida a Di Maio per la premiership il futuro del M5s potrebbe riservare molte sorprese.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa