home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Crocetta rilancia le «primarie di coalizione»
Musumeci rilancia: «Serve un patto civico»

Il presidente uscente non risparmia critiche al Pd: «La mia candidatura dovrebbe essere scontata per Statuto»

Crocetta rilancia le «primarie di coalizione»Musumeci rilancia: «Serve un patto civico»

«In questi giorni ho letto con sorpresa alcune polemiche giornalistiche. Spero che il dialogo per quella alleanza larga sul patto civico che abbiamo lanciato in Sicilia, e sul quale eravamo tutti d’accordo, possa realizzarsi nel reciproco rispetto delle diverse identità».

Non fa polemica ma il deputato siciliano Nello Musumeci, leader del movimento #DiventeràBellissima e candidato alla presidenza della Regione, non è sembrato molto contento – per usare un eufemismo – degli ultimi movimenti di Gianfranco Micciché che ha chiuso o quasi ad una alleanza con Musumeci cercando invece una intesa con Alfano.

«Ringrazio tutti i leader delle forze politiche che si sono spesi e si stanno spendendo in queste ore affinché la mia candidatura possa essere sostenuta da una larga e credibile coalizione – ha detto Musumeci - unita dal comune sentire e dal sincero desiderio di riscatto di questa terra mortificata e umiliata da troppi anni di malgoverno».

Si muove anche Rosario Crocetta che ha riunito la direzione del Megafono proponendo «primarie di coalizione da convocare il 10 o il 17 settembre.

«Il governo Crocetta - si legge ancora nel documento redatto dalla direzione del Megafono - ha risanato il bilancio, rilanciato la crescita e creato le condizioni per lo sviluppo di questa terra. La situazione non si affronta né con nostalgia di un ritorno a un passato che ha distrutto la Sicilia, né con avventure irresponsabili modello Comune di Roma. Il presidente deve essere scelto dai siciliani. Il Megafono ritiene che il presidente della Regione non può essere espressione di lobby occulte. Non c'è alcuna ragione, anzi per il Pd esisterebbe persino un obbligo statutario, a riconfermare il presidente uscente». Ma Crocetta e i suoi ritengono «di sottoporre alla verifica dei cittadini la scelta del nuovo candidato del centrosinistra. Niente investiture dall’alto, magari camuffate da scelte civiche. Siamo pronti alla sfida, al confronto, rifiutando, però, la subalternità ai potentati. Il metodo delle primarie è il più corretto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO