WHATSAPP: 349 88 18 870

Ragusa: bilancio, parte la maratona per approvarlo entro giovedì

Ragusa: bilancio, parte la maratona per approvarlo entro giovedì

Un appuntamento al quale il gruppo pentastellato arriva in rinnovata forma. Recuperati in extremis i consiglieri più critici nei confronti del sindaco e della squadra assessoriale, come Gulino e Sigona che in diverse occasioni negli ultimi mesi si erano dimostrati affini alle opposizioni (la più recente in ordine di tempo il voto sul consuntivo 2015), M5S potrà contare in aula nuovamente su 16 componenti, abbastanza per garantire la maggioranza.

Stamane il documento di programmazione economica e finanziaria dell'ente di corso Italia passerà al vaglio della commissione Risorse, per approdare nel pomeriggio in Consiglio comunale. Sarà una discussione molto complessa, alla luce delle novità introdotte con la nuova contabilità armonizzata e della contemporanea presentazione, da parte dell'amministrazione, di corposi allegati come il documento unico di programmazione, il piano triennale delle opere pubbliche e il piano di alienazione degli immobili comunali. Proprio per agevolare la discussione, contingentando comunque i tempi in vista di una rapida approvazione, il presidente del Consiglio Antonio Tringali ha fissato una rigida tabella di marcia. Domani pomeriggio i microfoni dell'Aula torneranno a riaccendersi per concludere, verosimilmente, la discussione generale. L'ultimo atto dovrebbe arrivare il 4 agosto, a partire dalle 15, per la discussione degli emendamenti e la votazione finale.

Come si arriverà a rispettare il programma? Molto dipenderà dalle opposizioni. Come si ha avuto modo di vedere nelle commissioni convocate la scorsa settimana, strenua sarà l'azione di contrasto dei rappresentanti di Lab 2.0 (che già stamane promettono battaglia con nuove rivelazioni sull'operato degli uffici su atti di impegno di spesa assunti in corso di gestione provvisoria a che verranno rese note in conferenza stampa), come del movimento Partecipiamo.

Nessuna iniziativa di contrasto è stata finora portata avanti dal Pd di D'Asta e Chiavola né dai cinque consiglieri di Insieme. Che si stia aspettando il confronto d'aula con l'assessore al ramo Stefano Martorana? Sarà ancora lui, infatti, a presentare l'atto più atteso, che muove complessivamente 184.268.292,14 euro, ripartiti per "programmi" e "missioni", con interventi definiti nel Dup, come previsto dalle nuove regole di contabilità degli enti locali.

Il documento approvato dalla Giunta, che ha ricevuto il via libera all'unanimità del collegio dei revisori dei conti, dà atto del rispetto del Patto di Stabilità 2015. Allo schema di bilancio 2016 è stata inoltre applicata una quota di avanzo di amministrazione risultante dal Rendiconto 2015 pari a 2.892.346,56 euro. Viene confermata altresì la copertura di tutti i servizi del 2015, resa possibile nonostante la graduale e progressiva riduzione dei trasferimenti dalla Regione e dallo Stato, con la Missione relativa a "Diritti sociali, politiche sociali e famiglia" che si attesta su una spesa complessiva di 14.668.403,98 euro.

Un bilancio definito dai Cinque stelle "il migliore mai presentato", per la redazione del quale lo stesso Martorana ha ringraziato gli uffici, considerate le "difficoltà in termini di programmazione per gli enti locali, causate principalmente dalle incertezze derivanti dai trasferimenti economici da parte dello Stato e soprattutto, della Regione, tanto che "solo circa il 10% dei Comuni siciliani, finora, è riuscito ad esitare gli schemi finanziari di previsione per l’anno in corso".

Martorana oggi passerà la mano al Consiglio, assicurando collaborazione da parte degli uffici nella redazione degli emendamenti che, ha auspicato facendo andare su tutte le furie alcuni oppositori, siano presentati in modalità e quantità ragionevole.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa