WHATSAPP: 349 88 18 870

Il valzer infinito del Minuetto, un anno dopo cambia la musica ma non la danza e la tratta iblea resta tagliata fuori

Anche oggi, dopo giorni di annunci, non arriverà da Palermo né, tantomeno, ripartirà da Ragusa

Il valzer infinito del Minuetto, un anno dopo cambia la musica ma non la danza e la tratta iblea resta tagliata fuori

I Minuetto, comunque, questione di giorni o settimane, arriveranno sul serio. Il ritardo sarebbe dovuto a questioni logistiche, poichè non si sono ancora conclusi i lavori finanziati per 35 milioni di euro sulla tratta Canicattì-Comiso. Appena quella tratta sarà riaperta avremo i nostri Minuetto. C’è da dire, però, che non si tratta di 3 coppie di treni, come annunciato da Trenitalia, bensì di due coppie e mezzo. “In pratica due coppie partono da Palermo e ripartono da Ragusa, mentre un treno fa solo andata – sottolinea Gurrieri – e questo ci stupisce, perché non è stato previsto il collegamento mattutino da Palermo, che noi ferrovieri della Cub e pendolari chiedevamo con forza”. Il primo treno da Palermo parte alle 13.38 e arriva alle 17.58 a Ragusa. E’ un collegamento che non soddisfa né turisti né pendolari o studenti che hanno bisogno di giungere nel capoluogo ibleo nelle ore diurne. “Chiediamo a Trenitalia di rivedere questa inspiegabile scelta – aggiunge Gurrieri – e di inserire un collegamento che parta alle 6 da Palermo esattamente come il collegamento che parte da Ragusa per Palermo, alle 6.06”.

E al Nord ballano il Jazz. r.s.) I Minuetto sono stati costruiti dieci anni fa. Non sono le Rolls Royce dei treni, ma per quello siamo abituati a vedere circolare sulla tratta locale, per noi è come se lo fossero. Il tipo di treni che viaggia sulle nostre rotaie sono le vecchie littorine che non hanno grande ripresa, come dicono in gergo i ferrovieri ragusani, i nostri vecchi mezzi “perdono colpi”. I Minuetto sono invece littorine moderne, anche se hanno già compiuto dieci anni, e quindi al Nord sono già vecchie, e in altre province della Sicilia sono stati rimpiazzati dai Jazz, treni più veloci. I Minuetto hanno una buona ripresa, riescono a viaggiare sulle tratte più difficili e quindi potranno affrontare il nuovo percorso Canicattì-Comiso. Ragusa, grazie a loro, riacquisterà un po’ di dignità ferroviaria riuscendo finalmente ad offrire un collegamento che arriva a Palermo in 4 ore e non in sette ore come accade adesso. E magari fra altri dieci anni, quando per altre province siciliane i Jazz diventeranno obsoleti e li rimpiazzeranno con treni più nuovi e veloci, potremo festeggiare l’arrivo dei Jazz, e dire addio ai romantici, ma più lenti, valzer dei Minuetti

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa