home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Vittoria, agenzia di pompe funebri era deposito di medicinali e attrezzature mediche dell'Asp

Denunciato il titolare secondo cui il materiale gli era stato lasciato dai parenti delle persone decedute. Ma la Polizia lo ha denunciato per ricettazione. Sequestrate attrezzature per circa 30 mila euro

Vittoria, agenzia di pompe funebri era deposito di medicinali e attrezzature mediche dell'Asp

I poliziotti della Squadra Mobile di Ragusa e del commissariato di Vittoria hanno denunciato per ricettazione M.S. vittoriese di 55 anni, titolare di un’agenzia di onoranze funebri a Vittoria.

GUARDA IL VIDEO

Le irregolarità sono state riscontrate nel corso di alcuni controlli di routine per accertare la regolarità delle licenze. A catturare l’attenzione degli agenti è stata la presenza di medicinali e apparecchiature sanitarie di sospetta provenienza. A quel punto è stato chiesto l’intervento della Squadra Mobile che ha immediatamente accertato i fatti. L’uomo non sapeva giustificare la detenzione delle medicine e di quelle apparecchiature, tra cui bombole di ossigeno, 5 letti e materassi antidecubito, 10 sedie a rotelle, stampelle, tutti di proprietà dell’ASP di Ragusa, molte delle quali con ancora impressa la targhetta riportante la dicitura “Azienda U.S.L. 7” Ragusa. Tutto il materiale è stato sequestrato.

I responsabili dell’Azienda Sanitaria, hanno collaborato alle indagini ed è stato appurato che quasi tutto il materiale fosse di provenienza ospedaliera, salvo alcuni oggetti per i quali non è stato possibile verificare con certezza la provenienza ma che molto probabilmente sono stati trafugati sempre dal nosocomio. Da primi accertamenti, sembra che il titolare dell’agenzia offrisse anche servizi di assistenza domiciliare e per questi motivi si era dotato di tutto l’occorrente, dai medicinali alle apparecchiature sanitarie. A suo dire, alcuni presidi medici gli sono stati lasciati dai parenti dei defunti ai quali lui effettuava il servizio funebre. Solo che tutto ciò che l’Asp consegna ai pazienti resta di proprietà dell’azienda sanitaria e pertanto al termine delle cure, anche in caso di morte, deve essere restituito per venire riassegnato ai bisognosi.

Il valore approssimativo del materiale sequestrato è di circa 30 mila euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO