home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Acate, video porno del sindaco ma era un “fake” su Facebook

Raffo costretto a presentare denuncia a Digos e Polizia postale: subito rimossi i contenuti

Acate, video porno del sindaco ma era un “fake” su Facebook

Un frame del video postato su Internet e poi rimosso

 

“Invito gli amici di facebook a non accettare la richiesta di amicizia proveniente da un profilo uguale al mio ma falso, in attesa che la polizia postale e le autorità competenti facciano piena luce sugli autori. Grazie”: Così ha commentato il sindaco Franco Raffo dopo che per una mattinata intera il profilo è stato online. Subito il video della copertina del profilo falso è stato ripostato sotto il commento di Raffo. Stavolta su YouTube Profilo fake e video chiaramente fatto ad arte da chi di certo non ha avuto nessun limite nel mettere alla gogna il sindaco di Acate.

 

Ma su facebook si susseguono i commenti di cittadini e amici di Raffo che esprimono la loro vicinanza: “Vigliaccata. Non è giusto. E’ pura cattiveria” ha scritto P.L.”. “Sì ho sentito qualcosa tipo che qualcuno ha provato a compromettere la sua immagine tutta la gente mormorava di un video esplicito. Mi dispiace tanto per lei” ha scritto M.C. P.. “Che schifosi” ha scritto invece C. K.C. Un 25 aprile che non dimenticherà facilmente Raffo che raggiunto al telefono, mentre partecipava alla conferenza dei sindaci tenuta ieri a Palermo, dichiara: “E’ una cosa delicata e non posso rilasciare delle dichiarazioni perché ci sono delle indagini in corso. Ho denunciato tutto alla Digos, alla polizia e alla polizia postale. E’ stato tutto rimosso prima che la polizia potesse mettere sotto sequestro il profilo ma le indagini sono in corso per risalire a mandanti e sicari. Questa cosa dei profili falsi era già successa ad un paio di miei amici. Al momento è meglio lasciar lavorare la polizia”.


Poche parole che lasciano trasparire l’amarezza di chi ha dovuto sentire sulla propria pelle cosa vuol dire avere un profilo facebook clonato con tutto il contenuto che può essere inserito al suo interno. Intanto il video sparisce pure da YouTube. Al suo posto la scritta: “Questo video è stato rimosso per aver violato le norme di YouTube sull’incitamento all’odio”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO