home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ragusa, va ai domiciliari per spaccio ma evade: arrestato due volte in poche ore

È accaduto a un giovane gambiano sorpreso in centro storico con piccole dosi di marijuana

Ragusa, va ai domiciliari per spaccio ma evade: arrestato due volte in poche ore

RAGUSA - Arrestato due volte nel giro di poche ore. È successo ad Aliu Sow, 19enne del Gambia preso mentre spacciava dalla Squadra mobile della polizia di Ragusa e poi catturato nuovamente dopo essere evaso dagli arresti domiciliari. 

 

Il giovane gambiano era  stato notato dagli uomini della Sezione Narcotici della Squadra Mobile mentre si aggirava per le vie del centro di Ragusa. Era troppo attento a guardarsi intorno e si avvicinava a minorenni per scambiare qualche parola per poi andare via. Il fatto di controllare continuamente di non essere seguito, ha fatto insospettire i poliziotti che hanno deciso di fermarlo in piazza Poste a Ragusa.

 

L’extracomunitario, regolare sul territorio nazionale, consegnava spontaneamente una piccola dose di marijuana ma continuava a dare segni d’insofferenza, pertanto veniva condotto presso gli uffici della Polizia di Stato per un’accurata perquisizione. E all’interno degli slip gli veniva rinvenuta una busta contenente marijuana e denaro, sottoposti a sequestro. Il controllo veniva esteso anche agli effetti personali e lo straniero era attrezzato di tutto punto, difatti nella tasca interna dello zaino veniva rinvenuto un bilancino di precisione.

 

Quindi il gambiano è stato arrestato e messo agli arresti domiciliari su disposizione della Procura della Repubblica. Nonostante la clemenza della norma che non prevede il carcere, il giovane poche ore dopo era di nuovo in giro. Gli uomini della Squadra Mobile si erano recati presso il suo domicilio per notificare la data del processo con rito direttissimo e non lo trovavano in casa. Immediati controlli hanno permesso di individuarlo nuovamente in centro storico pertanto veniva arrestato per evasione e questa volta condotto in carcere. Oggi verrà processato con rito direttissimo ed all’esito della condanna verrà avviata la procedura amministrativa per la revoca del permesso di soggiorno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa