home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ragusa, volontari dei vigili del fuoco appiccavano incendi per “l'indennità”

Arrestato il capo del gruppo distaccato a Santa Croce Camerina, in quindici indagati per truffa allo Stato. L'inchiesta della Squada mobile dopo la segnalazione del comando provinciale dei vigili del fuoco

Ragusa, volontari dei vigili del fuoco appiccavano incendi per “l'indennità”

Appiccavano incendi e poi lanciavano l’allarme al 115 allo scopo di percepire le 10 euro l’ora che lo Stato paga ai volontari antiincendio. Nei guai è finito un gruppo di 15 volontari dei vigili del fuoco in servizio nel distaccamento di Santa Croce Camerina che, secondo l’accusa formulata dalla Procura di Ragusa, appiccava incendi e lanciava falsi allarmi alla sala operativa del 115 per percepire ingiuste somme di denaro dallo Stato: 10 euro circa per ogni ora in caso di emergenze.

Dalle indagini della squadra mobile di Ragusa è emerso che il capo del gruppo, D.D.V, che è stato arrestato, durante il turno come volontario si assentava, con la complicità dei colleghi, per andare con il suo furgoncino ad appiccare incendi per poi uscire con l’autobotte a spegnere le fiamme e percepire così le indennità.

Le indagini sono state avviate da una segnalazione del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa, che aveva notato delle anomalie sul numero di interventi effettuati da una squadra rispetto alle altre. Tutti e quindi sono indagati per truffa.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa