WHATSAPP: 349 88 18 870

L'esperto, non sempre colpa di infiammazione orecchio, ecco quando serve antibiotico

Pediatria: boom di otiti di primavera fra i bimbi

Pediatria: boom di otiti di primavera fra i bimbi
Roma, 1 apr. (AdnKronos Salute) - Mal d'orecchio di primavera incombe sui bambini. "Soprattutto quelli in età prescolare o delle elementari rischiano di incappare nel corso dell'anno in otalgie e otiti. E i periodi di maggior diffusione sono proprio autunno e primavera, quando le temperature altalenanti, il vento e le sudate favoriscono il raffreddamento e l'accumulo di catarro". Parola di Pasquale Marsella, responsabile dell'Unità operativa di Audiologia e Otochirurgia dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, che spiega all'AdnKronos Salute come riconoscere il problema. "Intanto - dice Marsella - non sempre otalgia, ovvero dolore dell'orecchio, è uguale ad otite: il dolore infatti può essere legato a problemi come delle carie, o alle tonsille. In questo caso parliamo di otalgia riflessa". C'è poi l'otite da infiammazione catarrale sierosa con versamento di muco, che però può essere sterile e dunque non richiede antibiotico. "In pratica, ci sono segni di infiammazione ma non di infezione. Il dolore in questo caso è causato dalla 'spinta' del catarro, ed è sufficiente un antinfiammatorio. Se invece l'otite è purulenta occorre l'antibiotico. Anche perché, se non viene presa in tempo, questa patologia può portare alla perforazione della membrana del timpano. Non si tratta di un foro, come si potrebbe pensare, ma di una crepa - precisa l'esperto - Solo se l'otite perforata viene trascurata diventa cronica, e si produce un buco". Ma se il bimbo dice di avere mal d'orecchio, cosa bisogna fare? "Il consiglio è quello di far vedere il piccolo allo specialista: solo lui può stabilire la causa del dolore, e la corretta terapia. Ma se, come sovente accade, il mal d'orecchio si manifesta nel fine settimana, il consiglio è quello di somministrare un antinfiammatorio. Se il dolore persiste - conclude - allora non resta che consultare l'otorino".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa