home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sanità: odontoiatria solidale, la Cao in campo per cure accessibili a tutti

Sanità: odontoiatria solidale, la Cao in campo per cure accessibili a tutti
Roma, 26 mag. (AdnKronos Salute) - Garantire a tutti i cittadini in condizioni di vulnerabilità sanitaria e sociale le cure odontoiatriche essenziali e la prevenzione, anche a supporto del Servizio sanitario pubblico. E' l’obiettivo del 'Progetto odontoiatria solidale' varato dalla Commissione albo odontoiatri nazionale in occasione della Conferenza Fnomceo sulla professione di Rimini, e che verrà presto concretizzato con l’istituzione di un tavolo tecnico permanente. "La società civile sta attraversando un momento di crisi, con un diffuso impoverimento di ampie fasce della popolazione", afferma il presidente della Cao, Giuseppe Renzo. "Questo - continua - ci mette di fronte a nuove problematiche che non possono non toccare la coscienza di ognuno di noi. Già molti medici ed odontoiatri prestano la loro opera in vari progetti di volontariato, ma riteniamo che l’intera categoria medica, la cui attività, più di ogni altra, si riconduce a principi di eticità, solidarietà e benessere del cittadino e risponde anche ad esigenze di giustizia sociale, possa e debba ulteriormente contribuire con testimonianze concrete". Ma non è solo la crisi a rendere poco accessibili le cure odontoiatriche: "pensiamo alle persone allettate, o a quelle con scarsa mobilità, che non riescono fisicamente a raggiungere gli studi e le strutture. Cresce l’età media della popolazione, aumentano le malattie croniche, si moltiplicano le condizioni di comorbilità, che necessitano di cure odontoiatriche personalizzate e in ambiente protetto. Ma anche bambini e adolescenti, che più di frequente avrebbero bisogno di controlli dal dentista, rinunciano alle cure, perché troppo costose. E i Servizi sanitari pubblici, pur con punte di eccellenza assistenziale, non riescono a rispondere alle esigenze di tutti". "Il nostro progetto nazionale, che nasce dal collegamento dei diversi progetti pilota già avviati a livello provinciale, è quello di promuovere una rete di 'dentisti sentinella' che garantiscano anche ai cosiddetti 'nuovi poveri' l’accesso alle cure di base e la prevenzione di molte patologie", dice Renzo. 'Prevenzione' è la parola d’ordine dell’iniziativa, intesa nelle sue diverse declinazioni: la 'prevenzione secondaria', con la diagnosi precoce delle malattie del cavo orale (carie, osteonecrosi da farmaci) ma anche sistemiche (carcinoma); la prevenzione primaria, con l’aderenza del paziente a stili di vita, a regole di igiene, a controlli sistematici e regolari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa