home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sanità: Cassazione, responsabilità medico non può limitarsi alla sua specialità

Sanità: Cassazione, responsabilità medico non può limitarsi alla sua specialità

Roma, 10 apr. (AdnKronos Salute) - La Corte di Cassazione, con la sentenza 15178, ha confermato la condanna di un neurologo che, di fronte alle perdite di coscienza della sua paziente, l'aveva tranquillizzata prescrivendole un esame neurologico che aveva dato esito confortante. In questo modo era stato escluso anche, a priori, che gli svenimenti potessero essere di natura cardiologica. Come invece era poi risultato in seguito al decesso della donna. Secondo i giudici "il medico non deve limitarsi a escludere che i sintomi lamentati dal pazienti siano connessi con il proprio campo di intervento, ma deve suggerire approfondimenti in altri settori della medicina".

Per la Corte di Cassazione - sottolinea lo StudioCataldi.it - "la diagnosi del professionista, che si era pronunciato esclusivamente per una genesi vagale delle sincopi, determinò il successivo sviluppo degli eventi, con esito infausto per la donna".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO