WHATSAPP: 349 88 18 870

Il miglior sonnifero è il partner romantico

Lo studio, notti bianche per chi non si sente valorizzato dal proprio compagno

Il miglior sonnifero è il partner romantico

Milano, 17 ago. (AdnKronos Salute) - Il partner romantico e pieno di attenzioni è l'uomo dei sogni nel vero senso della parola. Chi ha la fortuna di incontrarlo può dire addio a valeriana e altri rimedi per dormire, perché si è appena assicurato il miglior sonnifero. Secondo uno studio pubblicato su 'Social Personality and Psychological Science', infatti, "avere al proprio fianco un compagno dolce, attento e comprensivo riduce ansia e risvegli e, di conseguenza, migliora la qualità del sonno", spiega l'autore Emre Selçuk, psicologo della Middle East Technical University in Turchia.

Gli esseri umani trascorrono fino a un terzo della vita dormendo, ma non tutti riposano bene. E quando a letto si va in coppia, il partner che si ha sotto le lenzuola può fare la differenza. Sentirlo presente e in grado di capire al volo ogni esigenza è un ingrediente che rende serene anche le notti, non solo i giorni trascorsi insieme. E' garanzia di sonno ristoratore. Una vera 'assicurazione sulla vita', se si pensa che tra le funzioni più importanti del sonno c'è quella di proteggere la salute fisica dal deterioramento. Una funzione che però può concretizzarsi solo quando il riposo è ininterrotto e di alta qualità.

Perché il sonno sia davvero ristoratore serve senso di sicurezza, protezione e assenza di minacce, fa notare lo scienziato. E per gli esseri umani, la fonte più grande di questi sentimenti è nelle relazioni sociali: i genitori durante l'infanzia o un partner romantico in età adulta. "Avere partner sensibili, pronti a proteggere e confortare se le cose dovessero andare male, è il modo più efficace per ridurre l'ansia, la tensione e l'agitazione", dice Selçuk.

La ricerca si inserisce nel binario tracciato dalle scoperte ottenute negli ultimi anni nell'ambito di una collaborazione internazionale fra ricercatori: oltre a Selçuk, Anthony Ong (Cornell University, Usa), Richard Slatcher e Sarah Stanton (Wayne State University, Usa), Gul Gunaydin (Bilkent University, Turchia) e David Almeida (Penn State, Usa).

Già dai precedenti progetti portati avanti dagli scienziati erano emerse connessioni tra la sensibilità del partner, la salute fisica e il benessere psicologico. "L'insieme di prove che abbiamo ottenuto negli anni - conclude Selçuk - suggerisce che la nostra migliore scommessa per una vita più sana, lunga e felice è avere al proprio fianco un compagno di vita attento e disponibile".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa