home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, sequestrati 3,2 milioni di prodotti pericolosi

I controlli della Guardia di Finanza in tutta la provincia. Scoperto anche un lavoratore in nero e segnalati alla Camera di commercio due imprenditori di nazionalità cinese

Siracusa, sequestrati 3,2 milioni di prodotti pericolosi

La Guardia di Finanza di Siracusa ha scoperto e sequestrato 3.249.571 articoli potenzialmente pericolosi per l’eventuale incauto acquirente. L’operazione è stata eseguita dai finanzieri dei reparti dislocati nel territorio ed ha riguardato esercizi commerciali gestiti da operatori cinesi a Siracusa, Augusta, Avola, e Lentini. Sono state rilvate irregolarità connesse alla detenzione, per la rivendita, di vari prodotti, tra i quali cosmetici, giocattoli, abbigliamento, materiale elettrico ed informatico, ferramenta ed utensileria varia, accessori per auto, bigiotteria, privi del marchio di conformità “Ce” (spesso dissimulato dal logo “china export”), nonché prodotti per l’igiene e la cura della persona. Ad Augusta e Lentini i sequestri più consistenti; a Noto prevale la vendita di prodotti non sicuri per l’igiene e la cura della persona. Tutti gli articoli posti sotto sequestro sono stati rinvenuti esposti sugli scaffali di vendita e, quindi, pronti per essere immessi al consumo. Oltre alle merci sottoposte a sequestro, è stato individuato un lavoratore in nero e denunciato un altro soggetto. Sono in corso ulteriori indagini volte all’individuazione dei canali di approvvigionamento della merce illecita rinvenuta per arrivare alla disarticolazione della catena logistica, organizzativa e strutturale delle filiere illecite. Due titolari dei negozi ispezionati sono stati segnalati anche alla Camera di commercio di Siracusa.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa