home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ortigia, anziana insultata e aggredita da branco di teppisti

La donna è stata presa di mira da alcuni ragazzini infastiditi dai suoi rimproveri. Serrati i controlli di carabinieri e vigili urbani

Ortigia, anziana insultata e aggredita da branco di teppisti

Siracusa - Infastidita dagli schiamazzi che facevano sotto la propria abitazione, un’anziana ha rimproverato alcuni ragazzini. Questi, anziché chiedere scusa e allontanarsi da quel luogo per recarsi altrove per continuare con i loro giochi, hanno reagito prendendo di mira la malcapitata. Protagonisti dell’episodio di violenza gratuita ai danni di una persona anziana, sono alcuni ragazzini tra i 12 e i 14 anni, i quali hanno pensato bene di prendere di mira la donna sbeffeggiandola ma anche insultandola e prendendola a schiaffi.

La vittima dell’aggressione si è vista costretta a fare intervenire i carabinieri anche per bloccare l’azione aggressiva dei balordi i quali, alla vista della pattuglia, si sono dileguati per i vicoli circostanti. L’episodio è avvenuto in Ortigia, dove i carabinieri della locale stazione, insieme con quelli della compagnia del comando provinciale e degli agenti della polizia municipale, hanno eseguito controlli anche notturni per tutto il weekend.

L’obiettivo delle attività di controllo, particolarmente apprezzate dai numerosi turisti presenti, è stato quello della prevenzione con verifiche all’ingresso e all’uscita dall’isola, negli orari ritenuti di maggior afflusso di persone. Le forze dell’ordine hanno eseguito accertamenti con particolare attenzione agli obiettivi sensibili, agli esercizi commerciali, ai parcheggi e alle abitazioni, specie quelle più isolate, per prevenire il fenomeno dei furti. Attenzione, inoltre, è stata posta verso il fenomeno dell’abusivismo commerciale come concordato in sede di Comitato per l’ordine e sicurezza pubblica. Durante il servizio, a cui hanno preso parte 12 carabinieri sia in uniforme sia in abiti civili, sono state elevate diverse contravvenzioni per infrazioni al codice della strada, soprattutto per il mancato utilizzo del casco, controllate oltre 100 persone e 40 mezzi.

“Il nostro principale obiettivo è la prevenzione – spiega il comandante provinciale dell’Arma, col. Luigi Grasso - in questo senso devono essere letti i numerosi e costanti servizi svolti dall’Arma nel corso dell’estate, controlli e verifiche, non solo mirate a scongiurare la consumazione di reati ma anche per contrastare forme varie di degrado urbano che dei reati possono essere causa e/o conseguenza, ingenerando sfiducia e senso di insicurezza”.

Il comandante provinciale dei carabinieri conferma che “continueremo a mantenere alto il nostro impegno, lavorando in perfetta sintonia con le Amministrazioni locali e con le altre forze dell’ordine, anche in linea con le determinazioni assunte in sede di Comitato per l’ordine e sicurezza pubblica, a tutela del cittadino che ringrazio per il sostegno e la vicinanza che mai ci ha fatto mancare, dimostrando affetto e gratitudine”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • piertoussaint

    29 Agosto 2017 - 10:10

    Non è un problema di ordine pubblico... ormai è la fine. Gli adulti, succubi alla civiltà dei consumi, vedi qui https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/06/04/lassassinio-di-fabiana-una-tragedia-educativa-il-buono-scuola-presto/ sono incapaci di educare, e i giovani (non tutti, ma molti) diventano delle belve. E non abbiamo ancora toccato il fondo.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa