home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Avola, la Marina ha recuperato e fatto brillare 13 residuati bellici

Segnalati da un pescatore in apnea sono subito intervenuti i palombari del gruppo operativo subacquei del Comando subacquei ed incursori di Augusta

Avola, la Marina ha recuperato e fatto brillare 13 residuati bellici

I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei ed incursori della Marina Militare distaccati presso il Nucleo S.D.A.I. di Augusta hanno neutralizzato nelle acque antistanti il litorale di Contrada Gallina ad Avola numerosi pericolosi ordigni esplosivi.

Era stato un pescatore in apnea a segnalare alla Capitaneria di Porto di Siracusa la presenza di 2 ordigni. Subito è stata interdetta la navigazione e la Prefettura ha richiesto un intervento di bonifica d’urgenza al Gruppo Operativo Subacquei della Marina Militare.

GUARDA LA FOTOGALLERY

GUARDA IL VIDEO

I Palombari si sono immersi ma anziché due soli ordigni hanno individuato complessivamente 2 proiettili di grosso calibro, 2 di medio calibro e5 di piccolo calibro, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale e posti a 3 metri di profondità e 10 metri dalla scogliera.

Gli ordigni sono stati quindi rimorchiati al largo e sono stati fatti brillare.

Lo scorso anno i Palombari della Marina Militare hanno distrutto un totale di 12.400 residuati bellici, mentre dal 1 gennaio 2017 ad oggi ne hanno già neutralizzati 10.964 nei mari, fiumi e laghi italiani.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO