home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Noto, perseguita la figlia perché gay, madre denunciata per stalking

La donna non ha accettato che la ragazza proseguisse la relazione con la sua compagna: prima le minacce di sfregiarla con l'acido e poi le pressioni (che hanno avuto successo) sui suoi datori di lavoro per farla licenziare

Noto, perseguita la figlia perché gay, madre denunciata per stalking

Stalking nei confronti della figlia gay. E’ questa l’accusa per una donna di Noto che è stata denunciata dalla polizia per atti persecutori.

A denunciarla è stata la stessa ragazza che ha raccontato ai poliziotti della sua relazione che la univa ormai da circa 5 anni con un’altra donna sfociato in una vera e propria convivenza. Una situazione però non accettata dalla madre che ha così cominciato a renderle la vita impossibile. Prima le telefonate per convincerla a ritornare sui suoi passi, poi i messaggi offensivi e intimidatori. Addirittura la madre ha minacciato la ragazza di far uso dell’acido per sfregiarla al viso o di investirla con l’auto. La svolta lo scorso 11 marzo: la madre si è appostata dietro l’esercizio commerciale dove la figlia era stata assunta da poco e, il giorno dopo, si è presentata dai titolari del negozio chiedendo loro di licenziare la figlia perché altrimenti sarebbe tornata lì e avrebbe fatto una scenata. I titolari hanno deciso di seguire il “consiglio” della madre licenziando la ragazza per “evitare conseguenze al buon nome del locale”. La donna è stata convocata in commissariato, denunciata e diffidata dall’avvicinarsi alla figlia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO