WHATSAPP: 349 88 18 870

Doppia carreggiata in autostrada, code addio

Cassibile - Canicattini, rimosso dal Cas lo scambio di corsia nel tratto di 4 chilometri tra i 2 svincoli

Doppia carreggiata in autostrada, code addio

Arrivano buone notizie dalla A18 per gli automobilisti: il tratto di quasi 4 km tra lo svincolo di Cassibile e quello di Canicattini Bagni è stato riaperto, addio al doppio senso di marcia nella stessa carreggiata (quella in direzione Cassibile) e, almeno si spera, addio alle domeniche pomeriggio da traffico in tilt. Questo luglio ormai giunto ai titoli di coda e pronto a lasciare spazio al tanto atteso agosto, sorride alla viabilità autostradale della provincia. Nel giro di pochi giorni il Consorzio per le Autostrade Siciliane è riuscito a sbrogliare 2 matasse che esistevano praticamente da anni. Prima ha riaperto la parte finale del tratto autostradale tra Noto e Rosolini, dove anche lì si circolava solo su una carreggiata, e poi è riuscita a riaprire al traffico anche quei chilometri della carreggiata in direzione Siracusa che si trova tra gli svincoli di Cassibile e Canicattini Bagni che negli ultimi mesi ha messo a dura prova il self-control di molti automobilisti, rimasti imbottigliati nel traffico soprattutto la domenica, al rientro da una giornata passata sotto l’ombrellone tra Vendicari, Marzamemi e le spiagge del ragusano. Rispettate le promesse: quando a metà mese il Cas aveva riaperto al traffico il tratto finale dell’A18 aveva dato appuntamento per l’ultimo mercoledì del mese per la tanto attesa riapertura di quel tratto di autostrada, rimasto chiuso per più di un anno per permettere i lavori di manutenzione e miglioramento del manto stradale e per la segnaletica orizzontale.

Ci sarebbe da esultare ma a riportare tutti sulla terra, inchiodando il Cas alle sue responsabilità, ci pensa il deputato regionale Vincenzo Vinciullo, il quale senza mezzi termini ne chiede il commissariamento. «Da 5 mesi - dice Vinciullo - invitavamo il Cas a programmare la fine dei lavori sulla Siracusa-Cassibile e sullo svincolo di Noto. Le mie continue rimostranze sono rimaste lettera morta e per questo ho depositato in aula un’interrogazione parlamentare in cui chiede il commissariamento del Cas per manifesta incapacità».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa