WHATSAPP: 349 88 18 870

Ferrovie, conclusi i lavori: riapre oggi la linea Siracusa-Catania

Domani incroceranno le braccia i lavoratori della Mondus Service impegnati nella pulizia dei treni

Ferrovie, conclusi i lavori: riapre oggi la linea Siracusa-Catania

Riprende oggi la circolazione ferroviaria sulla linea Catania - Siracusa. Come da programma, infatti, Rete Ferroviaria Italiana ha concluso la prima fase di interventi di potenziamento infrastrutturale, avviati il 20 giugno. Oltre due mesi di lavori straordinari, dunque, nel tratto tra Bicocca e Augusta per effettuare interventi di consolidamento e ricostruzione di opere d’arte lungo la linea, adeguamenti strutturali e messa in sicurezza delle gallerie ferroviarie e, ancora, per il potenziamento degli impianti di Lentini, Agnone e Brucoli. A Lentini, in particolare, sono stati avviati i lavori di costruzione del nuovo sottopasso e dei marciapiedi.

Ma attenzione. Gli interventi costituiscono solo la prima fase di un progetto ben più ampio che prevede lavori in fase di conclusione nel 2018. Lavori che, una volta completati, consentiranno di migliorare la regolarità del servizio e gli standard di affidabilità dell’infrastruttura, con un incremento della velocità commerciale della linea, per un investimento complessivo di oltre 81milioni di euro.

Un traguardo importante insomma, anche per la Filt Cgil che, tramite il segretario generale Vera Uccello, se da un lato sottolinea l’importanza della riapertura del collegamento entro i termini previsti, dall’altro punta il dito contro le condizioni dei lavoratori di alcune imprese di appalto. Tra queste Mondus Service che si occupa della pulizia dei treni. I lavoratori della ditta in questione, infatti, hanno proclamato per domani uno sciopero regionale unitario di 8 ore alla stazione centrale di Siracusa. «I lavoratori - spiega Uccello - si fermano per dire basta all’arroganza dell’azienda Mondus che non rispetta le norme di contratto di lavoro; che con la disdetta del contratto di solidarietà non ripristina il tempo pieno. E, ancora, che applica la riduzione dell'orario lavorativo, malgrado non si riesca a garantire l'organizzazione giornaliera di lavoro»

Lo sciopero viene insomma proclamato per dire basta «a questo gioco negli appalti ferroviari. Si assiste al preoccupante ribasso del valore dell'appalto - aggiunge Uccello - si gioca infatti al massimo ribasso del lavoro, pur di mantenere o aggiudicarsi l'appalto. E tutto ciò a discapito dei lavoratori». Perciò il segretario della Filt Cgil chiede garanzie a Trenitalia «per una maggiore attenzione alle norme sugli appalti, per il rispetto dei diritti dei lavoratori e la salvaguardia dell'occupazione nel territorio».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa