WHATSAPP: 349 88 18 870

Priolo: "Tutto pagato", il sindaco Rizza a processo con altri quattro

Secondo gli inquirenti nei viaggi del Comune destinati ad un gruppo di anziani che avrebbero avuto bisogno di cure termali si sarebbero aggiunti il sindaco ed alcuni suoi familiari

Priolo: "Tutto pagato", il sindaco Rizza a processo con altri quattro

I 5 sono finiti nel mirino della Procura e adesso devono rispondere, a vario titolo, dei reati di abuso d'ufficio, turbativa d'asta, corruzione per atto contrario di doveri d'ufficio, truffa aggravata ai danni del Comune e induzione indebita a dare e promettere utilità.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Tommaso Pagano, avrebbero scoperto un sistema «finalizzato a sfruttare l'occasione di viaggi organizzati per far ottenere ad appartenenti all'amministrazione comunale la possibilità di partecipare gratuitamente a tali iniziative sociali».

Sotto la lente d’ingrandimento della magistratura siracusana sono 3 viaggi per cure termali, organizzati dal Comune di Priolo. Assunzione di documentazione al comune, nelle strutture alberghiere e nelle agenzie di viaggio appaltatrici dell’organizzazione dei viaggi, rappresentano i riscontri a carico degli imputati.

Per la Procura di Siracusa, ci sarebbe un sistema finalizzato a sfruttare l’occasione dei viaggi organizzati per fare ottenere a persone vicine all’amministrazione comunale e allo stesso sindaco la possibilità di partecipare gratuitamente ai tre viaggi a scopo sociale.

La difesa del sindaco Rizza, sostenuta dall’avvocato Domenico Mignosa, ha sempre rigettato ogni addebito. Anche al cospetto del gip del tribunale, che ha accolto le istanze della magistratura, Rizza si è difeso dicendo di non avere approfittato in alcun modo dei viaggi destinati agli anziani priolesi per sottoporli a cure termali, ma di avere partecipato a proprie spese a quelle trasferte, e, comunque, senza mai gravare sul bilancio del comune. La difesa ha prodotto una serie di documenti che comproverebbero quanto sostenuto. Accusa e difesa si ritroveranno davanti al tribunale in composizione collegiale. La prima udienza è il 6 febbraio 2017.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa