home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Vecchi canali chiusi: moria di pesci ad Augusta

L'insabbiamento delle saline, allarme di Italia Nostra

Vecchi canali chiusi: moria di pesci ad Augusta

AUGUSTA - Insabbiamento delle saline e moria di pesci nella zona umida di Augusta. Italia Nostra lancia l’allarme chiedendo la riapertura degli antichi canali, chiusi anni fa in seguito agli interventi di riqualificazione del lungomare Rossini–Granatello.

Nei giorni scorsi nelle Saline Regina si è registrata l’ennesima moria di pesci la cui causa potrebbe esser riconducibile all’abbassamento della quantità di ossigeno nelle acque dovuto all’eutrofizzazione delle alghe nonché al ridotto scambio delle acque con il mare. “Con La realizzazione del nuovo lungomare sono stati chiusi gli antichi canali, e le bocche di mare che permettevano l’ingresso dell’acqua marina nei pantani. Essi erano parte integrante della struttura delle saline; la loro funzione era quella di permettere l’ingresso dell’acqua marina durante le maree. La realizzazione di nuovi canali – spiega Jessica Di Venuta presidente della sezione di Augusta dell’associazione nazionale Italia Nostra - ha alterato gli equilibri ambientali in tutta l’area della Salina anche a causa del fenomeno di insabbiamento. In questo modo si pregiudica lo scambio col mare nella stagione secca e porta a un eccessivo innalzamento del livello dell’acqua nella stagione umida.Tutto ciò ha portato alla ridotta presenza degli abituali frequentatori dell’area durante il periodo invernale, ovvero folaghe, moriglioni e mestoloni”.

Per Italia Nostra la situazione può e deve essere risolta solo chiudendo i nuovi canali e ripristinando quelli antichi, la cui collocazione era fatta in funzione dell’antica struttura della Salina.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa