WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, ricambi d'auto made in China rivenduti come made in Italy: la GdF sequestra 2000 pezzi

Il titolare del negozio di Altofonte aveva escogitato un sistema semplicissimo: toglieva le etichette originarie e ne apponeva delle nuove

Siracusa, ricambi d'auto made in China rivenduti come made in Italy: la GdF sequestra 2000 pezzi

La Guardia di Finanza della Tenenza di Lentini ha sequestrato a Francofonte un maxi sequestro a un rivenditore di autoricambi che, come riscontrato, gestisce un vasto giro di pezzi di ricambio di autoveicoli, di provenienza extra-UE, venduti - soprattutto - tramite internet, che venivano nazionalizzati mediante la semplice apposizione di un cartellino avente la dicitura “Madre in Italy”.

Nel corso dell’operazione sono stati sottoposti a sequestro circa 2.000 pezzi di ricambio “Made in China” che, dopo essere stati privati di tale etichettatura di origine, venivano, successivamente, riposti in contenitori riportanti il marchio “made in Italy” , abbinato ai loghi relativi alla certificazione di qualità ISO 9001, traendo, così, in inganno il compratore sull’origine, provenienza e qualità del prodotto. Il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Siracusa che dopo aver convalidato il sequestro operato dai militari della Guardia di Finanza, ha disposto la perizia dei beni sottoposti a sequestro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa