home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, truffa dello specchietto, arrestati padre e figlio

Usavano calamite e pennelli per simulare incidenti e strisciate. La scorsa estate erano stati denunciati per tre volte, ora sono finiti in manette

Siracusa, truffa dello specchietto, arrestati padre e figlio

Francesco e Gaetano Fiaschè

Padre e figlio erano specilizzati nella truffa dello specchietto. Ma stavolta, e dopo alcuni mesi di indagine dei carabinieri, i due sono stati arrestati su ordine del gip del Tribunale di Siracusa. In manette è finito Francesco Fiasché di 48 anni (messo in carcere) e suo figlio Gaetano di di 25 anni finito ai domiciliari.

I Carabinieri di Cassibile avevano iniziato le indagini nell’estate scorsa grazie ad alcune segnalazione di cittadini che non erano cascati nella truffa. I due arrestati infatti, individuavano la possibile vittima, facendo in modo che questa a bordo della sua autovettura, li superasse e in quel momento lanciavano contro la macchina una calamita o un sasso per fare rumore, così da far credere di aver urtato lo specchietto della macchina sorpassata .Con un pastello a cera, del colore della macchina della vittima, facevano delle strisciate sullo specchietto, così da fare credere che ci fosse stato un contatto per poi fermare la macchina del malcapitato e chiedere bonariamente dei soldi per riparare il danno subito.

I due durante l’estate scorsa sono stati denunciati per tre volte con relativo sequestro dei colori a cera, cacciaviti ed altro materiale che impiegavano per realizzare la truffa.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa