home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Nuovo prefetto a Siracusa: arriva Castaldo

Armando Gradone trasferito a Siena, al suo posto il commissario del comune di Martina Franca

Nuovo prefetto a Siracusa: arriva Castaldo

Siracusa - E’ stato nominato un nuovo prefetto per la provincia di Siracusa. Nella seduta di ieri mattina, il Consiglio dei ministri, ha proceduto ad eseguire una serie di movimenti di prefetti e fra questi anche il massimo rappresentante del governo a Siracusa, Armando Gradone, ha ricevuto la notifica del trasferimento a Siena. Al suo posto e anche al suo primo incarico da prefetto è stato nominato Giuseppe Castaldo, napoletano, fa giugno commissario straordinario al Comune di Martina Franca.

Il nuovo prefetto della provincia aretusea è stato anche commissario straordinario del Comune di Reggio Calabria, dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose, e sub commissario al Comune di Roma con delega alla legalità, dopo lo scioglimento anticipato dell’amministrazione guidata da Ignazio Marino.

Armando Gradone lascia la guida della prefettura Siracusa a 4 anni esatti dal suo insediamento. Era arrivato in città alla fine di gennaio del 2013. La notizia del suo trasferimento l’ha appresa ad Augusta dove ha presenziato all’intervento del vice presidente della Camera dei deputati, Di Maio. «C’era una probabilità elevata di un mio trasferimento - commenta il prefetto Gradone - 4 anni in una sede non sono pochi».

Come descriverebbe la sua esperienza a Siracusa?

«Lascio tanto - dice Gradone - è una provincia che mi ha dato tanto in tutti i sensi. E’ un territorio certamente difficile, con una realtà forte e complessa ma di notevole arricchimento personale e professionale. Mi sento una persona arricchita dal rapporto con il territorio che è stato formidabile con tutte le sue componenti: magistratura, forze di polizia, sindaci, organizzazioni sindacali e di categoria, azienda sanitaria, soprintendenza. Mi ha sostenuto e aiutato tanto anche relazione positiva creata spontaneamente con il territorio».

Ha qualche rammarico?

«Nessun rammarico perché il trasferimento rientra nel contesto. Adesso sto cercando di entrare in questa novità. Il trasferimento avverrà nel giro di una settimana».

Conosce il suo successore?

«L’ho conosciuto a Roma perché abbiamo avuto un percorso comune molto breve».

Cosa raccomanderà?

«Cercherò di illustragli l’attività in corso. C’è tanto lavoro da fare e lo farà al meglio. Seguirà sicuramente il percorso iniziato negli anni e lo porterà a traguardi».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO