home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Augusta, anche i sindaci in piazza

La polemica. I primi cittadini aderiranno alla manifestazione organizzata dai sindacati

Augusta, anche i sindaci in piazza

Augusta (Siracusa) - Augusta chiede giustizia e non si arrende allo “scippo” della sede dell’Autorità di sistema portuale. I sindaci di Siracusa, Melilli e Priolo e Assoporto parteciperanno alla manifestazione che sarà indetta da Cgil, Cisl e Uil e gli operatori portuali sono pronti a bloccare l’attività dello scalo per contrastare l’inconcepibile decisione assunta dallo Stato su suggerimento della Regione.

«E’ necessaria una mobilitazione generale – dichiara il sindaco Cettina Di Pietro - per far giungere forte la voce della città e di tutto il territorio della provincia al ministro delle Infrastrutture, Delrio e al presidente della Regione, Crocetta. Ho registrato l’immediata disponibilità di Assoporto e la manifestata volontà dei sindacati e domani convocherò un incontro urgente con tutte le parti interessate per portare avanti un’azione congiunta».

«Condividiamo il messaggio dei sindacati Cgil, Cisl e Uil di indire una manifestazione popolare e confermiamo la nostra partecipazione alla mobilitazione -afferma il presidente di Assoporto, Marina Noè - perché la protesta contro questo esproprio istituzionale, sancito con un decreto del ministro Delrio che individua la sede dell’Asdp a Catania e non ad Augusta, unico porto “core” della Sicilia orientale è la “madre di tutte le battaglie».

Anche il segretario generale dell’Ugl, Antonio Galioto sostiene l’iniziativa. «Sì alla protesta – dice Galioto – e no alle passerelle- l’azione da attuare deve essere forte per incidere sulla sorte del porto messa a rischio».

Per il segretario del Pd di Augusta, Giancarlo Triberio occorre dire basta ad ambiguità e improvvisazione sulle iniziative per il porto, ma occorre essere tutti compatti sulla mobilitazione dei sindacati

«Il consiglio comunale allargato a difesa del diritto sancito per legge della sede Adsp nel porto di Augusta – sostiene Triberio - è stato sprecato, purtroppo dalla superficialità con cui il M5S gestisce l'istituzione Comune. Nonostante ciò i rappresentanti delle istituzioni ospiti hanno colto che la difesa dello sviluppo economico di un’intera provincia, che in questo momento, passa dalla battaglia per la sede dell’Autorità di sistema. Espressioni unanimi sulla più ampia disponibilità politica e di partecipazione alle iniziative porto vanno colte.Il Pd di Augusta, che sta combattendo questa difficile battaglia su due fronti, quello della città e quello dei governi in cui è maggioranza, invita il sindaco Di Pietro a un'azione coerente con gli scopi dichiarati alla nostra gente».

Un sì a una mobilitazione ad ampio raggio arriva dai consiglieri comunali di Attiva Mente, Angelo Pasqua e Biagio Tribulato, i quali ritengono che si debba manifestare a tempo indeterminato contro una guerra squisitamente politica che non ha niente di tecnico.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa