home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, ospedale sotto la lente giudiziaria

Mozione dei consiglieri Sorbello e Vinci: «Chiarezza sugli incontri blindati»

Siracusa, ospedale sotto la lente giudiziaria

Siracusa - Gli organi di polizia giudiziaria hanno aperto un fascicolo sul caso del nuovo ospedale di Siracusa e sulla scelta dell’area su cui dovrebbe sorgere l’ infrastruttura.

Gli investigatori, in sostanza, stanno acquisendo documenti, dichiarazioni ed elementi utili a comprendere se vi possa essere un interesse di natura giudiziaria sulla questione che per il momento rimane tutta di natura politico-amministrativa.

L’area contesa e bocciata sarebbe stata al centro di un incontro blindato tra il Comune e l’Asp. Il consiglio comunale ha deliberato di realizzare il nuovo nosocomio nella vecchia sede dell’ospedale neuropsichiatrico di contrada Pizzuta. Ma se nell’immediatezza del voto d’Aula la maggioranza che appoggiava quest’iniziativa era corposa, adesso si è assottigliata fino ad arrivare ai minimi termini.

L’Asp 8 ha già detto a più riprese e a chiare lettere, compresa quella inviata al Comune capoluogo, le ragioni per cui l’area dell’ex Onp non è idonea per ospitare il nuovo ospedale. Ma il sindaco Garozzo e la giunta insistono nel portare avanti quanto approvato dal consiglio comunale, chiedendo ai vertici Asp di dimostrare che la strada scelta sia impercorribile.

La tesi dell’Asp è motivata dal fatto che la Soprintendenza non rilascia il nulla osta per la parte storica, dove insistono i vecchi fabbricati ma anche la vegetazione protetta.

Nel Piano regolatore generale l’area destinata al nuovo ospedale si trova sempre in contrada Pizzuta, nelle vicinanze dell’ex Onp. Il deputato regionale dell’Ncd, Vincenzo Vinciullo dice che è imprescindibile costruire l’ospedale su quell’area già individuata nel 1986 e inserita nel Prg vigente.

Gli investigatori stanno verificando se davvero, come si dice in alcuni ambienti politici, vi siano appetiti sulle spese da sostenere per l’espropriazione del terreno e, più in generale sul controllo dell’appalto dell’opera, il cui finanziamento pubblico ammonta a 150 milioni, che per alcuni sarebbe ormai perso e per altri, invece, recuperabile.

La realizzazione del nuovo ospedale sarà oggetto di approfondimento in sede di consiglio comunale. I consiglieri di opposizione, Salvo Sorbello e Cetty Vinci hanno, infatti, presentato una mozione. «Si parla – dicono Vinci e Sorbello – di incontri blindatissimi svoltisi nei giorni scorsi tra rappresentanti del Comune e dell’Asp, di cui non si conosce però il contenuto. È invece indispensabile che sulla costruzione della struttura sia assicurata, momento per momento, la massima trasparenza e che si riesca finalmente a comprendere in che modo possa essere salvato il finanziamento pubblico».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa